Umidità e strumenti

Quanto sia temuta l’umidità dagli strumenti musicali, lo sanno bene i professori d’orchestra che si esibiscono all’aperto.
Gli strumenti più sensibili a questo fenomeno atmosferico sono sicuramente  quelli ad arco e corda: violini, viole, violoncelli e arpe.
In questi giorni con il Teatro Lirico di Cagliari, stiamo portando in tournée l’opera lirica Elisir d’amore di gaetano Donizetti, in forma di concerto.

L’ intervento importante dell’arpa, è lontano dall’inizio dell’opera. Si tratta infatti della famosissima aria del tenore “Una furtiva lagrima“. Prima dell’inizio di questa romanza,  l’arpa rimane inutilizzata per almeno un’oretta e, a causa dell’umidità si scorda in continuazione.

La cura che ha la sua “padrona”, l’arpista Maria Vittoria De Camillo, è come quella che si ha una madre per il proprio bambino: l’accorda e l’asciuga continuamente  affinchè, quando giunge il suo momento musicale,  l’arpa sia pronta per l’esecuzione con l’intonazione giusta.


YouTube Direkt

2 comments

  1. Carissima, ero rimasta indietro di un pò di post e ti rispondo qui al post del compleanno BLog. Anch’io a fine ottobre compirò 4 anni di blog e devo dire che è stata ed è un’avventura fantastica, tanto che mi sono “allargata”!!! Questo lo devo a te che mi hai convinta a tentare questa strada ed in parte a Carlo che so però che si è pentito di avermi spinta 🙂 Anche a me sono arrivate critiche che spesso mi hanno ferito, soprattutto quelle di chi mi conosce ed ho avvertito come un tentativo di “ingerenza”. Qualcuno ha anche detto come facevo a “perdere tutto quel tempo” con tutti i problemi che avevo … Sandra, noi lo sappiamo di quanto sia importante questo nostro spazio e di come ci permetta di tenere il cervello in moto, la fantasia … c’è chi “perde tempo” per negozi, oppure al cinema o al bar e noi lo perdiamo qui. Che differenza fà? Ognuno decide cosa è meglio per se stesso e non dovrebbe esserci nessuno a sindacare. Almeno io non lo faccio con gli altri perchè gli altri lo devono fare con me? Fregarindi e prosegui per la tua strada e chi ti ama ti segua!
    un abbraccio Irene 🙂
    PS: Grazie per la foto, sono venuta proprio bene, sembro persino MAGRA :mrgreen:

  2. Grazie mille irene per la solidarietà, noi abbiamo questo bellissimo hobby e solo noi possiamo veramente capire quanto sia importante. Al diavolo i criticoni e gli invidiosi. Mi spiace dirlo ma è così . Altrimenti non si spiega questo accanimento. Hai ragione quando dici che ognuno ha il suo passatempo. Questo è un modo per rimanere aggiornati e , dare anche un servizio perchè è così dal momento che in tantissimi ci ringraziano per le cose che imparano del nostro mondo.
    Buona serata. La foto è carina, ormai da quando non fai più telenovelas….luiis Antonio che fine ha fatto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *