Franco Vacca si racconta

Franco Vacca musicista

Come in tutti i concorsi che si rispettino , anche questo, Musicamore 2012 (vedi regolamento) ha i suoi ospiti d’onore. Quello di oggi è un musicista sardo che in tanti conoscono, ma anche in tanti conoscono poco  soprattutto fra i giovani della nuova generazione. E allora, siccome lo scopo del mio blog è anche quello di mettere in evidenza i tanti musicisti della mia terra che hanno contribuito e continuano a contribuire a diffondere la cultura musicale, ho deciso di farvelo conoscere. Ma sarà lui stesso a raccontarci la sua vita di musicista.

“Chi sono? Mi chiamo Franco Vacca (Francesco è il vero nome ma…). Sono di Lunamatrona.

Quando ho iniziato a “suonare?” Non ricordo quando, ero troppo piccolo. Le prime note… in casa sicuramente.

Nasco in una famiglia di musicisti: mio padre, P

Peter Gabriel e Franco Vacca

atrizio era organista della Parrocchia. Ho tre fratelli e quattro sorelle, otto figli in tutto, ci alternavamo con l’armonium, a casa, e in chiesa  con l’organo a canne della parrocchia.

“I primi concerti” nelle recite paesane, dai sei ai nove anni circa. La prima chitarra all’età di die

ci anni: una “Carmelo Catania“, comprata da mio fratello Domenico, e messa a disposizione della famiglia. I primi accordi, i primi “Solo“, i primi amici che suonano… il primo “Duo“, Tore Garau ed io… Gli Shadows, los Indios Tabajaras, I Rockes, naturalmente i Beatles, Eric Burdon e Gli Animals ecc… i nostri primi idoli.

Iniziai presto a calcare i palchi, a circa 12-13 anni, con i Caimani divenuti poi I Chamajos.

Mi so

I collegium al Cantagiro

no poi iscritto al Conservatorio di Cagliari dove mi sono diplomato in Oboe e Corno inglese.

Negli anni, ho formato diversi gruppi musicali di Rock progressive e non, come I Lied Group, I Lied, Supergruppo 2000, ma soprattutto I Collegium, con i primi 45 giri “L’ansia dei tuoi anni e Paola” prodotto dalla Strega Record, la partecipazione al Cantagiro che nel 1978 approdo, con quattro tappe (Nuoro, Alghero, Olbia e Cagliari) in Sardegna.

Nel 1979 secondo 45 giri “Proprio tu e dimmi che farai”, nel 1984 il primo album “Collegium prima raccolta”; nel 1989 secondo album “Veridade” con testi tratti da “Sa Mundana Cummedia” di Salvatore Poddighe.

Nel 1990 ultima stagione e pausa di riflessione. Ho formato altri gruppi fra i quali spiccano La Favola, La Piccola Favola, Le Onde sonore, I Blu Jeans, Dimensione suono ecc… Nel 2002 i Collegium si ricompattano per una registrazione Live dalla quale scaturisce il Doppio CD “Collegium forever”.

Attualmente sto vivendo una bella realtà musicale con I Collegium e La Corale, dove suono con mio figlio Nicola di 16 anni, batterista, che ha sostituito l’altro mio figlio Stefano 26 anni. Un bel progetto musicale che vede impegnati, tra musicisti e Corale femminile, una ventina di persone circa… musiche? Dai Genesis ai Queen, dalle canzoni nostre (Sa Mundana Cummedia) e della Corale in sardo, al Gospel, dai Manhattan Transfer ai Grand Funk e la PFM…insomma un bel progetto…”

E’ stato un grande onore avere come ospite un musicista come Franco Vacca e spero presto di potergli fare anche una video intervista.

Per ora vi regalo questo  video a mio avviso fantastico: I COLLEGIUM & LA CORALE in, Bohemian Rhapsody dei Queen


YouTube Direkt

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *