…che la gente riprendesse a vestirsi come al tempo dei romani.

 Grandi e informi tuniche e sandali.

Ma vi immaginate che bellezza poter nascondere i propri difetti?

Non avere più lo stress di cerette, massaggi anti-cellulite, gambe storte, fianchi larghi, stretti , pancia , poco o troppo seno, vita larga o stretta ecc ecc.

Finalmente!!

E l’uomo? Direte voi.

L’uomo sceglie ciò che lo attrae di più in quello che vede. In questo modo non è condizionato dall’aspetto estetico ed ha la possibilità di conoscere la donna da altri punti di vista.

E se ci sono poi sorprese?

Se le tiene!

Tanto, comunque non si vedono!!! 

 

P.S. Naturalmente vale anche per l’uomo!

Categories:

Tags:

4 Responses

  1. Anche il mondo arabo aveva iniziato le proprie donne all’suo del velo con questo concetto…. apparire senza svelare….

    Si magari gli uomini potrebbero usare una bella tunica… si ce li vedo i nostri politici con sandali e corona fiorita in testa…

    Beh per quanto riguarda cellulite, cerette… non so ma forse è il modo di vivere che ci viene imposto.

    Mia nonna dice sempre al suo bel fusto di 86 anni : lavati che p… e lui risponde : perchè stasera… lei gli dà un buffetto sulla guancia e gli ricorda un vecchio trucco … il mal di testa…

    Stò divagando.

    Bello il tuo post “il sipario”… da meditare.

    Ciao

    Lay

  2. Mi piacerebbe che??? Perchè non puoi mettere una tunica? Ho visto cose peggiori!!XD

    Secondo me la puoi indossare tranquillamente… la gente penserà che sei pazza… ma ne hai tutto il diritto (essere artisti non vuol dire essere un po pazzi?)…

    Questo mi fa ricordare, quando l’anno scorso volevo indossare l’ascot per il requiem di Verdi a Teatro. Un ascot dorato, che non passava per nulla inosservato… Mia mamma mi disse: “Ma che fai? ti prenderanno per scemo!”… allora io le risposi che non sarei sembrato scemo, ma tuttapiù pazzo, e che ero fiero di sembrare pazzo… e che doveva scegliere: o mi mettevo l’ascot o alla fine del requiem gridavo “W VERDI” …

    Misi l’ascot dorato e convinsi mamma a mettersi la coda di volpe della bisnonna per essere abinata a me! …

    Quindi se io ho potuto mettere l’ascot a 17 anni, non c’è alcun problema nel vestirsi da antichi romani… fa scena!

    Per concludere: sarebbe meglio che la gente vestisse le tuniche piuttosto che i boxer firmati ascellari e i pantaloni allacciati alle ginocchia per far vedere la marca delle mutande! ^^

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779579

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details