Cagliari in versi

 

CAGLIARI CITTA’ MIA 

 

Quanto ti amo terra mia

 che hai dato i natali 
a intere generazioni  della mia famiglia.

I miei avi fino ai parenti prossimi

riposano nel tuo cimitero

Io amo tutto di te:

il tuo splendido mare,
le tue dolci colline
i tuoi quartieri antichi e moderni.

Ma fra tutti ho nel cuore
"la marina" , il quartiere,

che mi ha visto nascere e crescere

nella casa, da cui godevo il mio amato mare.
Oggi, quando percorro
il belvedere di Monte Urpinu
resto estasiata dal magnifico panorama, 
che abbraccia tutta la città: 
dal porto al Castello, 
centro storico, residenza un tempo

degli aragonesi che hanno dominato 
la Sardegna
per diversi secoli. 
Bellissime le chiese, antiche e moderne
come il duomo, dedicato a Santa Maria,
 che ancora oggi custodisce
 preziosi oggetti votivi degli Aragonesi.

Amo particolarmente 
la Basilica della Madonna  di Bonaria,

sorta sull’omonimo colle,
retta dai frati mercedari,
 che in tempi lontani
 si erano prodigati
 per liberare gli schiavi sardi
 rapiti dai Mori durante le loro scorrerie

 lungo le coste della Sardegna.
 Ma il tuo fiore all’occhiello per me
 e la spiaggia del Poetto
 magnifica per il suo mare
 dal fondo sabbioso dove in estate,
 piccoli e grandi, si tuffano
 nelle tue acque tranquille

Ti amo terra mia
 perchè pur ferita
 da una guerra crudele
che ha decimato case ed abitanti,
hai avuto la forza di risorgere
sostenuta dai tuoi eroici figli.

 

 

poesia di Sebastiana Aru Atzori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.