Tentazioni: resistere o no?

No, quello non si può fare, quello è proibito, quello ti fa male, quello è peccato…quante volte ci siamo sentiti rispondere così davanti ad una tentazione di qualunque genere?

Resistere alle tentazioni ha un senso?

Oscar Wilde disse: "posso resistere a tutto, tranne che alle tentazioni".

La scienza ha scoperto che l’autocontrollo, cioè la capacità di tenere a freno gli impulsi (fame, sesso, aggressività, voglia di spendere, pigrizia…) è fondamentale.

La religione cattolica (ma anche tante altre religioni) dicono che resistere aiuta a salvarsi l’anima.

Ma ciò che dice la chiesa per molti è un atteggiamento bacchettone .

Ma anche la scienza ha dato ragione alla chiesa perchè si è scoperto infatti che l’autocontrollo può portare solo del bene.

L’autocontrollo è importante per i progetti di vita: prendere una laurea, smettere di fumare, scrivere un libro, fare una dieta.

Chi esercita la forza di volontà in un campo diventa più determinato anche in altri campi come ad esempio nel campo della musica poter imparare a suonare il pianoforte o il violino.

Si riesce ad ottenere un buon autocontrollo facendo la pratica, proprio come una scuola.  Vi accorgerete di come giorno dopo giorno riuscirete sempre con meno fatica, a svolgere tutto ciò che vi piace portandolo a termine serenamente.

Provare per credere!

E se poi siete credenti degli insegnamenti evangelici, con molte rinunce (ma anche con tante soddisfazioni) vi siete costruiti un’angolo in paradiso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.