Brunetta e la cultura

Si, è vero che nel mondo dello spettacolo ci sono parassiti, fannulloni e quant’altro. Ci sono si, esattamente come ci sono nel mondo della politica. Se dovessimo togliere i fondi a causa di tutti coloro che non fanno bene il loro lavoro penso che non avremmo un governo.

 

Gubbio (Perugia), 11 set. – (Adnkronos/Ign) – Nel suo intervento al seminario del Pdl a Gubbio Renato Brunetta lancia un duro affondo ai cineasti "parassiti" che animano la Mostra del Cinema di Venezia in questi giorni: "Gente che ha preso tanti soldi e ha incassato poco al botteghino. Gente che non ha mai lavorato per il bene del paese, anzi non ha mai lavorato". Il ministro della Pubblica amministrazione allarga il discorso ai "parassiti dei teatri lirici, i finti orchestrali, i cantanti, tutti quelli che erano abituati che a pagare era Pantalone".

 

Mi sento indignata ed offesa per queste parole sia

 come artista che come cittadina italiana !!!

 

 

Michele Placido denuncia Brunetta

http://www.cineblog.it/post/18643/michele-placido-denuncia-il-ministro-brunetta

5 commenti

  1. condivido la tua indignazione !

    domani incomincerà per me il nuovo anno scolastico…un po’in burrasca grazie anche al disprezzo mostrato per la scuola pubblica da parte di costui e company.

    un abbraccio

  2. Certo che ste cose dette da chi se si cerca in internet si legge che non ha brillato come studente universitario, ha avuto una cattedra universitaria tramite un decreto chiamato “maxisanatoria” e a quanto pare dove doveva insegnare era una “primula”…

  3. …per il nan..to non esiste prendere in considerazioni i problemi, individuare le responsabilità e agire di conseguenza: per lui gli statali sono tutti fannulloni, gli artisti sono tutti parassiti…:-(ma ad indignarsi sono sempre in pochi in Italia per la politica (che tra l’altro non è nenache la parola adatta) di questo governo…il nulla assoluto su tutti i fronti, solo leggi ad personam e il resto…squallore su tutti i fronti…:-(

  4. Non solo mi sento offeso da questo signor ministro ma pare che il padre lavorasse in un Teatro come attrezzista quindi il caro Brunetta sembra ne sappia molto sui Teatri ma deve capire che la maggior parte dei lavoratori del settore non sono come Lui anzi è tutta gente che al proprio lavoro ci tiene e lo svolge nel migliore dei modi infatti tutte le cose che si fanno nei Teatri Italiani sono considerate dal mondo come delle ottime cose.Perciò caro signor ministro “dormiglione”si impegni a migliorare il settore non a diffamarlo.E mi fermo qui sennò arrivo a dire cose oscene sul sig.Brunetta because perchè anche lui di scheletri nel guardaroba ne ha tanti.

    Ciao Efisio un lavoratore del Teatro di Cagliari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.