La caduta di nonna Tiana

Purtroppo si pensa spesso che certe cose possano capitare sempre agli altri, ma ieri notte anche mia mamma ha avuto il suo bel capogiro con conseguente caduta.

Risultato: una grossa pestata, dolori vari, una frattura scomposta al polso destro.

La cosa più triste è che quando è successo non c’era nessuno. L’avevo appena lasciata e lei sarebbe andata a farsi un riposino pomeridiano. Ma si sa, le nonne sprint non riescono a stare ferme e, dopo un’oretta ha voluto dare uno sguardo al suo blog e una innaffiata alle sue adorate piante nel balcone.

Un capogiro e a terra.

 Nessuno l’ha sentita e per due ore è stata a terra dolorante, sotto la pioggia, senza nessun conforto. Il telefono era si a pochi passi, ma troppi per la condizione in cui si trovava.

L’amica rientrando, ha sentito un lamento ed è corsa subito avvisando noi figli che nell’arco di pochi minuti siamo fiondati sul posto.

L’ambulanza prontamente arrivata, ha potuto constatare che la gravità c’era ma che solo il pronto soccorso poteva stabilirne esattamente il livello .

Il capitolo pronto soccorso lo rimando ad un altro post.

Vi dico solo che se volevo sentire mia madre il giorno che mi ha partorito , ieri ne ho avuto un assaggio. Il medico le ha dovuto ricomporre la frattura e le urla lancinanti mi hanno stretto il cuore levandomi il fiato.

Ora mia mamma è a casa con il braccio destro ingessato e triste perchè non può più scrivere sul suo blog (80ennesprint.blog.tiscali.it), usare il mouse  per poter chattare con le tante  persone che ogni giorno si mettono in contatto con lei, usare il nintendo DS e seguire con passione  le sue piante.

 

6 commenti

  1. Auguri per la nonna sprint,il tempo l’aiuta: piove così alle piante ci pensa la pioggia.Mi immagino il dolore.Permettimi io ho poca mira per cui col martello e i chiodi finisco sempre per farmi un male, aiutami a dire male, colpendomi il pollicione destro.

    Una frattura scomposta… tutta un’altra cosa.

  2. tanti auguri a nonna Tiana,per una nonna sprint come lei sarà una tortura restare ferma.Se può potrebbe imparare ad adoperare il maus con la mano sinistra,magari piano piano ce la può fare…..auguroni ancora Ida

  3. Mi dispiace tantissimo, ma sono sicuro che tua mamma con la forza di volontà che non le manca supererà anche questo momento. Tanto auguri di pronta guarigione.

    Roberto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.