La collezione

Con una collega ieri si parlava dell’utilità e dell’importanza che possono avere le collezioni.

Lei ritiene che siano quasi sempre un ricettacolo di polvere ed un ingombro inutile.

 Son d’accordo su questo solamente in parte.

Ci sono infatti collezioni inutili e ingombranti ma anche tante di gran valore culturale e storico.

Ho conosciuto persone che collezionavano carta di caramella, biglietti degli autobus, scontrini fiscali, bottigliette di plastica ecc. e se per loro poteva essere motivo di soddisfazione per me, e la mia collega sono solo un’immondizia da buttare.

Quelle invece che acquistano importanza possono essere ad esempio ciò che riguarda un artista o un personaggio della cultura (foto, dischi articoli). E ancora, di grande importanza, sono le collezioni di chi viaggia. 

Uno o più oggetti che rappresentano il paese che si è visitato.

Io ad esempio ho curato una collezione di elefantini (diciamo che ora è finito lo spazio ed ho smesso); non hanno un gran valore materiale, ma ognuno di essi è il ricordo di qualcuno o qualche cosa: un viaggio, una persona , un evento.  Tutti questi ricordi rimangono racchiusi come in una banca, dentro ognuno di questi elefantini.

Pensare un regalo per un collezionista non è difficile perchè un oggetto per la propria raccolta fa sempre piacere.

clicca per gli altri post

 

Un commento

  1. ammiro le collezioni degli altri,anche se io personalmente non ne vedo l’utilità,ammiro la costanza e la passione dei collezionisti,io butto tutto,sono già vecchia io che il vecchiume mi dà fastidio,i ricordi,quelli più importanti, li ho dentro di me ben custoditi…… un saluto Ida

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *