Giovanni Paolo II a Cagliari

papa3Oggi,1 Maggio, Papa Giovanni Paolo II sarà proclamato Beato. Questo è il mio ricordo personale, quando, in occasione della visita nella mia città di Cagliari ho avuto anche l’onore di poter cantare col grande coro cittadino, durante la funzione religiosa nella Basilica di Bonaria.

Era il 19 ottobre del 1985. “Alle 19.57 Papa Wojtyla – scrive Roberto Cossu sull’Unione Sarda – camminava su un tappeto sardo davanti al Municipio bardato a festa. Il palazzo civico illuminato a giorno, le bandiere della città e del Vaticano sui balconi. Davanti al gonfalone ad accoglierlo c’erano il sindaco di Cagliari Paolo De Magistris e il ministro della Marina Mercantile Ariuccio Carta. Il Pontefice è seguito dall’arcivescovo Giovanni Canestri. Nove volte – conclude Cossu – i cagliaritani hanno interrotto il discorso del Papa per comunicargli la loro gioia. L’ultima volta alle 20.27, quindi, il sindaco ha ricevuto dalle mani di Wojtyla, come dono alla città, le medaglie del pontificato: oro, argento e bronzo con l’effige del pontefice”. Il papa ha rivolto il suo pensiero – riferisce il cronista – a tutti coloro che stanno subendo le conseguenze della crisi industriale. Per risolvere il problema della disoccupazione occorre tutto l’impegno delle forze sane della regione. Le insufficienze nei trasporti, le abitazioni, la scuola assumono in Sardegna aspetti del tutto particolari”. Non un discorso formale, quindi, ma attenzione e conoscenza della la situazione reale dell’Isola. Nei giorni precedenti papa Wojtyla aveva visitato Sassari , Oristano, Nuoro, Iglesias e incontrato i minatori di Monteponi. A Cagliari, il 20 ottobre, incontrerà i giovani, i carcerati di Buoncammino e i malati del Brotzu.

papa2

papa1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.