concorso canto -musicamore 2011E’ da considerarsi un vero prodigio la voce di questa ragazza, la  canditata al concorso per voci liriche e leggere bandito da questo blog Musicamore .
Ha appena 14 anni e già canta con una voce di soprano drammatico. Si chiama Sara Minieri, è nata ad Asola  (MN) ma vive ad Acquanegra sul Chiese.
E’ una studentessa dell’Istituto d’arte di Moda e designe, ma anche del Conservatorio di Musica di Mantova in canto lirico.
Ha già fatto il suo debutto due mesi fa, nel Rigoletto  a Sabbioneta, nel ruolo di Giovanna.
Ricordo che si può dare la preferenza a Sara, scrivendo anche soltanto il nome sull’intestazione di una mail indirizzata a ottottobre@tiscali.it

YouTube Direkt

Categories:

14 Responses

  1. Veramente incantata!!
    Ma gli Angeli non stanno in paradiso? 🙂
    Scusate ma la considerazione e’ dovuta.

  2. Indubbiamente la voce è incredibile considerata la giovane età. E’ ad uno stadio di maturazione già avanzato. Cionondimeno mi sorgono alcune perplessità…è talmente avanzata che in certi punti la voce mi pare quasi "vecchia" il vibrato a volte è tanto ampio da influire sull’intonazione e certi passaggi appaiono quasi stonati e poco curati, è il solito rischio dei giovani talenti e cioè quello di bruciarsi anzitempo. Sul finale si sente un eco fastidioso..La scelta del repertorio andrebbe fatta con i piedi di piombo rispettando una certa gradualità. In bocca al lupo comunque a Sara, sicuramente un talento.

  3. Aggiungo un’ulteriore considerazione:
    A Sara, ( che e’ molto giovane) suggerirei per altri due anni un repertorio cameristico
    di modo che della sua voce se ne abbia un buon uso anche piu’ in la.

  4. veramente impressionante … un colore molto bello , sarebbe meglio non esagerare con il repertorio drammatico , magari stare sul repertorio da camera e quello del bel canto per curare il fraseggio e soprattutto non deve appesantire perchè la muscolatura è ancora in crescita …Per scurire c’è tempo ! E’ da mettere in conto che schiarire o alleggerire una voce scavata e appesantita da un repertorio ardito poi è quasi impossibile !!! Quindi cautela !!!

  5. Sara ha un dono bellissimo e una grande passione per il canto lirico. La sua voglia di fare e il suo entusiasmo la portano a volte a interpretare brani impegnativi e difficili anche per quelli in carriera. Anch’io ho vissuto quei momenti dove volevo cantare di tutto perche’ erano brani che mi piacevano ma capivo che era un’errore e che si doveva studiare la tecnica e farsi un certo tipo di repertorio prima di affrontare quello piu’ impegnativo. Sono stato contento aver fatto debuttare Sara nel ruolo di Giovanna (Rigoletto) a Sabbioneta. Anche se e’ un piccolo ruolo ha iniziato a fare esperienza cantando con un’orchestra e iniziare a muovere i primi passi sul palcoscenico. Il pubblico numerosissimo ha apprezzato la sua performace! Brava Sara.

  6. @Fabrizio Mangatia
    Concordo pienamente in tutto e per tutto con il Signor Fabrizio. E molto pericoloso a questa giovane età voler bruciare le tappe. Il corpo è in pieno cambiamento.
    Cmq bella qualità vocale e merita il massimo rispetto !

  7. di sicuro con la voce che si ritrova e il grande dono che dio gli ha dato si spera che diventerà l’erede della grandissima renata tebaldi

  8. Nessuno e’ erede di nessuno. Il cantante non e’ un imitatore! E’ solo se stesso e basta. Ognuno canta con la propria voce e i propri sentimenti. Il povero collega Licitra che era erede di Pavarotti, adesso Sara che diventera’ erede della Tebaldi. Non seguite la stampa e i tg, sono tutti degli incompetenti in materia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779108

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details