Palazzo di Giustizia dagli anni ’30 ad oggi

La costruzione

Nel 1929 nacque l’idea di edificare un nuovo palazzo, ove ospitare gli uffici destinati alla giustizia, sino ad allora collocati nei nobili ma vetusti ed ormai insufficienti edifici del Castello.
Dapprima fu individuata, come sede, il Viale Trieste, che costituiva il cuore della vita economica e sociale della città.

Fu indetto un concorso, che aveva come condizione che il progettista fosse rigorosamente sardo, che andò incontro a varie difficoltà, legate anche al fatto che non era assicurato al progettista la possibilità di eseguire il progetto esecutivo. Furono comunque presentati tre progetti. Il primo classificato, intitolato “Unicuique suum” – la frase è riportata oggi sul frontale della facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Cagliari – , un edificio di gusto classicheggiante contemperato dal “moderno”, era dell’ing. Domenico Dettori.
Dopo lunghe controversie, nel 1933, si decise di abbandonare l’idea di edificarlo nella zona, già congestionata, di Viale Trieste, e di collocarlo, invece, nella regione di su Baroni, all’epoca posta all’estrema periferia della città, circondata da campi di mandorli, alle pendici di Monte Urpinu.
Le molte traversie della costruzione impediscono di individuare un unico progettista; oltre al Dettori, vi partecipò l’arch. Gino Benigni(1889-1948) – che non figurava ufficialmente nel concorso perché non sardo – importante professionista di livello nazionale, che aveva operato particolarmente a Roma, e che contribuì anche alla progettazione del Palazzo di Giustizia di Sassari – e l’ingegner Augusto Valente, che aveva progettato fra l’altro a Cagliari il grande fabbricato dell’I.N.C.I.S. (Istituto Nazionale per le Case degli Impiegati Statali) in piazza Galilei, poco lontano dal cosiddetto “Campo Carreras” (oggi via Bacaredda) dove nel primo decennio del Novecento furono realizzate le prime case popolari di Cagliari.
Contributi importanti sono attribuibili anche agli ingegneri del genio Civile dell’epoca. Fu dunque portata a termine la parte frontale e le due ali laterali, ed il Palazzo fu inaugurato nel 1938. Gli uffici, dapprima, occuparono solo l’ala sinistra del primo e secondo piano. Solo negli anni cinquanta del secolo scorso,furono occupate anche le parti dell’ala destra.

 

 anni ’50

anni ’60

Foto dei primi anni 50 che ritrae il Palazzo di Giustizia di Cagliari sito nella piazza Repubblica. L’ultima foto è stata scattata dal palazzo di piazza Repubblica angolo via Dante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *