KOR: concerto e uscita ufficiale del primo CD

 Il disco, registrato, mixato e masterizzato da Erik Bosio sarà presentato ufficialmente mercoledì 25 aprile con il concerto della formazione presso lo spazio CArteC dei Musei Civici di Cagliari

 

Pubblicato ufficialmente lunedì 23 aprile il primo disco del quintetto vocale Kor Vocal Ensemble, formazione corale a cappella composta dai cantanti Manuel Cossu, Alessandro Porcu, Barbara Crisponi, Alice Madeddu e Caterina D’Angelo. Il progetto spazia dalla lirica al musical, passando per la canzone italiana, il folk, la musica sacra e tradizionale, sottolineando la grande tecnica e duttilità dei suoi interpreti. L’intero lavoro è stato registrato, mixato e masterizzato dal produttore internazionale italo-svedese Erik Bosio, noto al grande pubblico per aver lavorato con artisti del calibro di Morgan, Marco Mengoni, The Swingle Singers e The Real Group, solo per citarne alcuni. L’artwork è stato curato da Gregorio Tedde, le fotografie sono di Antonio Crisponi, mentre il logo del progetto è stato ideato da Antonio Dentoni. L’intero album è dedicato al Maestro Onofrio Figliola.

Il Kor Vocal Ensemble si esibirà in concerto mercoledì 25 aprile alle 18:30 presso lo spazio CArteC dei Musei Civici di Cagliari all’interno di un percorso con visita guidata alla Galleria Comunale d’Arte e alla mostra Sénne dell’artista cagliaritano Alessandro Biggio, presente durante l’evento insieme alla direttrice dei Musei Civici Paola Mura. In questo modo concerto, esposizione e luoghi dialogheranno tra loro. Il costo del biglietto per l’evento è di 6 euro.

  • giornalisti interessati possono richiedere disco e press kit all’indirizzo mail cavagnino@gmail.com

IL DISCO – Il disco è composto dai sei brani (interamente cantati a cappella) che cambiano agilmente contesto e genere musicale, sottolineando le grandi capacità tecniche e vocali dei suoi interpreti.

La prima composizione è Albore, brano inedito in lingua sarda composto da Manuel Cossu, che descrive gli attimi che precedono l’alba sulla Sardegna.

La seconda traccia è il tradizionale Rosario di Orgosolo, brano che Antonio Sanna dedicò al Complesso Vocale di Nuoro e alla sua direttrice Franca Floris. La melodia religiosa è stata integralmente utilizzata dal maestro Sanna nel suo arrangiamento. E’ un brano molto suggestivo, tra i più apprezzati dalla giuria del Gallus-Maribor International Choral Competition a Maribor in occasione del concerto tenuto dai KOR di recente in Slovenia. 

Dle Yaman è uno dei brani tradizionali armeni più conosciuti ed eseguiti, riscoperto, come tanti altri, da Padre Komitas nella metà del secolo scorso. Nel tempo, questo brano d’amore, ha assunto uno stretto legame con il tema del genocidio del popolo armeno, tanto da diventarne l’inno. L’arrangiamento del KOR propone una melodia tradizionale accompagnata dalle altre voci ad imitazione del suono del Duduk, tipico strumento a fiato tradizionale armeno. 

Nel blu dipinto di blu, noto anche come Volare, è un brano musicale del 1958 scritto da Franco Migliacci e Domenico Modugno e da quest’ultimo originariamente interpretato. Il KOR ha scelto di inserire questa canzone, patrimonio culturale e artistico del nostro paese, all’interno del suo disco per celebrarne il sessantesimo anniversario di vita. Il quintetto è affiancato in questo caso dal beatbox del Maestro Erik Bosio che dona un valore aggiunto all’arrangiamento.

 Maramao perchè sei morto è un omaggio alla musica del Trio Lescano, Alberto Rabagliati, Natalino Otto e alle grandi orchestre come quella di Pippo Barzizza che hanno reso celebri e immortali canzoni come Crapa Pelada, Pippo non lo sa, Il pinguino innamorato, solo per citarne qualcuna.

A suggellare preziosamente l’intero lavoro il brano Opera Medley, un giocoso omaggio dei cantanti, tutti figli di studi classici, alle arie d’Opera più famose al mondo, composte da grandi compositori che hanno fatto la storia della musica dal Settecento all’Ottocento. Si passa, quindi, da Vincenzo Bellini, a Giuseppe Verdi, Gioacchino Rossini, W. Amadeus Mozart, Georges Bizet e per finire Giacomo Puccini. L’intero progetto è dedicato al Maestro Onofrio Figliola, che ha rappresentato un importante punto di riferimento sia da un punto di vista musicale che personale e umano per tutti i musicisti coinvolti.

IL PROGETTO – Il Kor Vocal Ensemble è una formazione corale a cappella nata nel 2015 formata dai baritoni Manuel Cossu e Alessandro Porcu, i soprani Barbara Crisponi e Alice Madeddu e il contralto Caterina D’Angelo. Il bagaglio musicale del gruppo è valorizzato dalle importanti esperienze solistiche dei suoi interpreti in ambito nazionale e internazionale. Il gruppo ha partecipato a festival corali internazionali e importanti kermesse musicali collaborando con musicisti quali Erik Bosio, Mario Brunello, Michele Josia e ottenendo importanti riconoscimenti e raccogliendo i favori di pubblico e critica. Da segnalare gli importanti premi conquistati nei concorsi internazionali di musica vocale come il terzo premio acoustic category al Tampereen Savel-Contest for Vocal Ensemble a Tampere e il premio speciale per il miglior gruppo vocale al Gallus-Maribor International Choral Competition a Maribor. Di recente il KOR si è esibito in Slovenia, Inghilterra, Italia e Spagna. ​

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.