Festa A.M.A. 2018

 

Anche ieri, nel teatro della Parrocchia di San Paolo a Cagliari, la festa dei gruppi A.M.A. è stato un grande momento di gioia e condivisione. Musica, danza e momenti di riflessione, alla presenza di un pubblico numerosissimo di tanti amici, parenti, pazienti e  operatori socio sanitari del settore. Si sono esibiti il Coro “Il gatto e la volpe” diretto da Alessandra Atzori della Viù Music Academy, il gruppo di ballo diretto da Benedetta Bucceri e Roberto Magnabosco della scuola Arabesque  e le due bellissime voci di Alessandra e Michela del gruppo Voice And Soul. Come di consueto alla fine della serata tutti sono stati invitati a godere di un momento conviviale.

Ma chi sono i gruppi AMA?

Chi nella propria vita non ha avuto a che fare con problemi di depressione, dipendenza di qualunque tipo, anche se non personalmente, anche attraverso  un amico, un familiare, un conoscente. Purtroppo questo genere di problemi sta  aumentando di giorno in  giorno e a volte le famiglie non sanno come affrontarli e soprattutto non sanno a chi rivolgersi. Per questo motivo sono nati i  gruppi di auto- mutuo- aiuto, A.M.A
Questi  sono delle Reti Sociali formate da persone che condividono gli stessi problemi, per questi problemi cercano aiuto e, in modo reciproco, ricevono aiuto e lo forniscono agli altriAuto- mutuo- aiuto significa che si dà agli altri e si riceve per sé.
Le persone attraverso il reciproco aiuto rompono l’isolamento sociale, condividono esperienze, si riscoprono risorsa per sé  e per gli altri, e possono realizzare obiettivi di crescita individuale.
I gruppi di auto- mutuo- aiuto nascono nei diversi campi delle difficoltà umane, specie in campo socio –sanitario, in particolare nel settore della salute mentale e delle dipendenze (da alcool e sostanze).
Nel Dipartimento di Salute Mentale (D.S.M.) della Asl di Cagliari tali gruppi sono sorti all’inizio del 2008 e   al momento si contano una ventina di gruppi attivi.
Dopo diversi anni i componenti dei gruppi hanno deciso di associarsi per dar voce ai loro bisogni e alle loro necessità, diventando così parte attiva di un processo terapeutico, che potesse migliorare la loro qualità della vita.
La musica, la danza, il teatro e tutto ciò che è arte, sono strumenti di grande valore per coloro che iniziano  un cammino di ripresa psichica e psicologica.
Per far conoscere meglio i gruppi A.M.A. ,ogni anno viene proposta una serata di spettacolo dove i protagonisti sono gli stessi pazienti molti dei quali hanno vinto la battaglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *