Un regalo inaspettato

I regali che non ti aspetti  sono sicuramente i migliori. Se poi questi toccano l’anima hanno un valore doppio. Ieri ho ricevuto in omaggio un video, una canzone col testo di una poesia di mia madre “I miei fiori“. L’autore è il musicista Marco Pinna di cui ho parlato in post precedenti (V. qui).

Mia madre adorava la natura ed in particolare i fiori che coltivava nel suo balcone. Il suo primo saluto (dopo le preghiere) era per loro. Mai ho visto piante firorire e resistere anche fuori stagiore nella sua casa! Anche in questo mese passato senza di lei, quado vado a casa sua, trovo le sue piante sempre verdi e vigorose al punto che sono indecisa se innaffiarle o meno.

Marco Pinna ha un modo di scrivere la musica sempre molto delicato toccando le corde dell’anima, centrando in pieno quello che mia madre, in maniera molto semplice, ha voluto trasmettere con questa poesia. Lei mi diceva sempre che i suoi erano dei pensieri spontanei che le venivano dal cuore e non si è mai considerata una poetessa perchè i versi non avevano una metrica. Nonostante ciò Marco Pinna è riuscito a creare una composizione semplice ed orecchiabile. Ascoltatela di seguito. 


YouTube Direkt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.