Il debutto di Mirella Freni

…E così Mirella fu scritturata per il ruolo di Macaela proprio da quel teatro dove per anni era stata spettatrice in loggione e che ora le offriva il battesimo della ribalta. Sembrava un sogno…

La debuttante era molto in ansia all’dea di dover cantare per la prima volta in orchestra: fino a quel momento tutte le sue esibizioni erano state accompagnate dal solo pianoforte. Non era sicura di riuscire a seguire il direttore e capire il suo gesto.

Finalmente arrivò la sera del 3 febbraio 1955. Mirella accompagnata da Leone (Leone Magiera), entrò per la prima volta a teatro  dall’ingresso degli artisti.

Era emozionatissima, le tremavano le gambe, ma un’ondata di calore le diede la forza quando aprì quel piccolo camerino…trovandolo interamente occupato da un enorme cesto di fiori….

In un attimo passarono davanti agli occhi di Mirella le immagini delle lunghe code davanti alla biglietteria, delle serate a teatro con la nonna Bruna… e si getto singhiozzando tra le braccia di Leone anche lui commosso.

Arrivò Gianna, mamma di Mirella che col marito le consegnarono un pacchetto: “Con l’augurio che il nostro regalo ti segua e ti porti fortuna ancora per tante recite” Mamma e Papà”. Era una vestaglia di seta blu…un talismano che seguì Mirella nella sua lunga carriera.

… Un bacio a Leo, il segno della croce… e via in scena.

Alla fine dell’atto in cui appariva Mirella tutto il teatro era in piedi ad applaudire felice la nascita di quella nuova stella. Aveva 20 anni.

tratto da ” La bambina sotto il pianoforte”  di Micaela Magiera (figlia di Mirella Freni e Leone Magiera), storie d’amore e di musica nella Modena di Mirella Freni, Leone Magiera e Luciano Pavarotti – edizioni Artestampa

Mirella Freni e Leone Magiera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.