Concerto di Natale del Lirico su Videolina

Yves Abel (foto Marco Borggreve)

 

La rara Messa di Gloria di Mascagni per il tradizionale Concerto di Natale diffuso in diretta dal Teatro Lirico di Cagliari, il 22 dicembre alle 21,

su Videolina e in live streaming, in collaborazione con il Gruppo L’Unione Sarda

Dopo il grande successo di ascolti e il pieno gradimento del pubblico delle quattro serate dedicate a La Traviata di Giuseppe Verdi e ai tre concerti sinfonici, ecco un altro appuntamento speciale per tutta l’affezionatissima platea virtuale del Teatro Lirico di Cagliari: viene diffuso il tradizionale Concerto di Natale, dal Teatro Lirico di Cagliari in diretta televisiva e sui canali web del Gruppo L’Unione Sarda, sempre grazie alla collaborazione fra la fondazione lirico-sinfonica sarda e il gruppo editoriale che riunisce il più antico quotidiano regionale, con l’emittenza televisiva e le piattaforme web.

Si tratta di un concerto sinfonico-corale che propone all’ascolto del pubblico una delle pagine di musica sacra ottocentesca di più raro ascolto, particolarmente interessante anche perché viene eseguita per la prima volta a Cagliari, e che è trasmesso in diretta dal Teatro Lirico di Cagliari, martedì 22 dicembre alle 21, sull’emittente televisiva Videolina (Canale 10 del Digitale Terrestre – su satellite al Canale 819 di Sky e TivùSat) e in live streaming su www.videolina.it, www.unionesarda.it.

Il programma musicale prevede l’esecuzione di: Messa di Gloria in Fa maggiore per soli, coro e orchestra di Pietro Mascagni.

Pietro Mascagni (Livorno, 1863 – Roma, 1945) inizia la composizione della Messa di Gloria a soli ventiquattro anni per terminarla l’anno dopo nel 1888. L’opera si colloca pienamente nel solco della musica sacra ottocentesca, ma con innovative caratteristiche di originalità e freschezza melodica inconsuete per l’epoca, unite ad uno stile musicale popolare e comunicativo che ne decretano l’immediato e pieno successo di pubblico e che si ritrovano intatte in Cavalleria rusticana, celeberrimo suo capolavoro musicale, successivo di soli due anni, con il quale partecipa e vince il concorso edito da Sonzogno.

La serata segna, anche se sempre “a porte chiuse”, il proseguo dell’attività musicale del Teatro Lirico di Cagliari: infatti in ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (4/12/2020), emanato al fine di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19, tutti gli spettacoli aperti al pubblico, in programma fino al 15 gennaio 2021, sono sospesi. Ciò non impedisce, come in questo caso, che gli spettacoli si tengano ugualmente e il pubblico possa partecipare, comodamente da casa propria, attraverso la televisione o il web. In sala, quale unico e simbolico spettatore, come ormai apprezzata consuetudine, sarà presente il sovrintendente Nicola Colabianchi.

L’esecuzione del concerto che si attiene alle ormai note norme di sicurezza dettate dall’emergenza sanitaria da COVID-19, prevede il ritorno sul podio del Teatro Lirico di Cagliari di Yves Abel, bacchetta canadese già applaudita a Cagliari (Carmen, 2005 e numerosi concerti) che dirige Orchestra e Coro del Teatro Lirico. Solisti d’eccezione: il tenore sassarese Matteo Desole e il baritono Daniele Terenzi. Il maestro del coro è Giovanni Andreoli.

Lo spettacolo ha una durata complessiva di 60 minuti circa e prevede il commento dallo studio di Teresa Piredda e la regia televisiva di Angelo Palla.

La replica dello spettacolo è prevista, sempre sull’emittente Videolina, per domenica 27 dicembre alle 18. Inoltre la registrazione della diretta è disponibile on demand sul sito www.videolina.it.

 

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin.

 

Yves Abel – Direttore

Ospite abituale delle più importanti istituzioni musicali del mondo, Yves Abel dal gennaio 2015 è Direttore Musicale della Nordwestdeutsche Philharmonie (NWD) di Herford. Dal 2005 al 2011 è stato Direttore Principale Ospite della Deutsche Oper di Berlino. Dalla stagione 2020-2021 sarà Direttore Principale della San Diego Opera. Nell’autunno 2017 gli è stato assegnato il Rubies Award della rivista Opera Canada. È invitato regolarmente da teatri come: Metropolitan Opera di New York, ROH Covent Garden London, Wiener Staatsoper, Teatro alla Scala, Opéra National de Paris, Liceu de Barcelona, Lyric Opera of Chicago, San Francisco Opera, Bayerische Staatsoper München, Glyndebourne Opera Festival, Rossini Opera Festival di Pesaro, Teatro San Carlo di Napoli, Teatro Massimo di Palermo, Teatro Nacional de São Carlos di Lisbona, New National Theatre di Tokyo. In ambito sinfonico collabora abitualmente con importanti orchestre fra le quali figurano: Copenhagen Philharmonic Orchestra, Royal Liverpool Philharmonic Orchestra, Rotterdam Philharmonic Orchestra, San Francisco Symphony Orchestra, Netherlands Philharmonic Orchestra, Orchestra Haydn di Bolzano, Orchestre National de Lyon, Toronto Symphony Orchestra, Montreal Symphony Orchestra, Orquestra Nacional do Porto, Filarmonica Arturo Toscanini di Parma. Franco-canadese, ha un’affinità speciale con il repertorio francese e ha ottenuto grande successo come ideatore e direttore musicale dell’Opéra Français de New York, istituzione fondata nel 1988 al fine di rendere noto il repertorio operistico francese di più rara esecuzione. Con Opéra Français de New York ha diretto la prima assoluta dell’opera To be sung di Pascal Dusapin. A riconoscimento di questa sua attività gli è stato conferito, nel 2009, il titolo di “Chevalier de l’Ordre des Arts et Lettres” da parte del governo francese. Nel corso della sua carriera ha diretto un vastissimo repertorio operistico, che include fra l’altro: Le nozze di Figaro (Deutsche Oper Berlin), Così fan tutte (New National Theatre di Tokyo), Il turco in Italia (Opéra di Monte-Carlo, Teatro Nacional di Lisbona), Ermione (Dallas Opera), L’Italiana in Algeri (Wiener Staatsoper), Il Barbiere di Siviglia (Metropolitan Opera, Opera di Roma), La Cenerentola (Rossini Opera Festival), Don Pasquale (Deutsche Oper Berlin), I Capuleti e i Montecchi (Bayerische Staatsoper), Norma (ABAO di Bilbao), La Traviata (ROH London, Deutsche Oper Berlin, New National Theatre di Tokyo), Il Trovatore (Seattle Opera), Simon Boccanegra (Deutsche Oper Berlin), Otello (Opera de Oviedo), Faust di Gounod (San Carlo di Napoli), Werther (Opera de Oviedo), Les contes d’Hoffmann (Metropolitan Opera, Théâtre du Capitole de Toulouse), Carmen (Deutsche Oper Berlin, Wiener Staatsoper), Madama Butterfly (Liceu de Barcelona, Wiener Staatsoper, Opera di Roma, Opera di San Francisco), La Bohème (Deutsche Oper Berlin), Hänsel und Gretel (Opera National de Paris), Dialogues des Carmélites (Deutsche Oper Berlin), Pelléas et Mélisande (Opera de Oviedo), L’elisir d’amore (Canadian Opera Company di Toronto). La sua ricca discografia include: Thaïs di Massenet con Renée Fleming (Decca, 2000), Werther con Andrea Bocelli (Decca, 2005), Madama Butterfly, in lingua inglese con la Philharmonia Orchestra (Chandos Records), C’est ça la vie, selezione di arie francesi con il mezzosoprano Susan Graham e la City of Birmingham Symphony Orchestra (Erato Disques, 2002), French Touch, selezione di arie d’opera e d’operette francesi, con il soprano Patricia Petibon (Decca, 2003), Romantique, selezione di arie romantiche cantate da Elīna Garanča (Deutsche Grammophon, 2012). A causa dell’emergenza pandemica, ad autunno 2020, non è potuto ritornare alla Royal Opera House Covent Garden di Londra, dove avrebbe dovuto dirigere L’elisir d’amore. Fra gli impegni recenti figurano: concerti con la NWD Philharmonie, anche al Concertgebouw di Amsterdam, con l’Orchestre Symphonique de Mulhouse, con l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, con l’Orchestra Sinfonica di Navarra, con la Filarmonica Arturo Toscanini a Parma; La Traviata a Vancouver; Romeo at Juliette alla San Francisco Opera; Hamlet alla Deutsche Oper di Berlino; Les pêcheurs de perles al Liceu de Barcelona; Carmen a San Diego; concerti con NWD Philharmonie di Herford e con l’Orchestra Haydn di Bolzano; La fille du régiment a Bologna; Il Barbiere di Siviglia al ROF; La Traviata all’Opera di Roma. Mentre fra i progetti futuri troviamo: concerti con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana; Suor Angelica e Gianni Schicchi, Romeo et Juliette alla San Diego Opera; Tosca a Bilbao; Samson et Dalila alla Chorégies d’Orange; Madama Butterfly e Hamlet a Hong Kong; Lucrezia Borgia a Oviedo; Otello al Rossini Opera Festival di Pesaro.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.