Addio a Carla Fracci

Carla Fracci a Cagliari per Coppelia 1980 – Auditorium del Conservatorio col ministro dello spettacolo Bernardo D’Arezzo, il commissario straordinario del Teatro lirico di Cagliari Bruno Corrias , il presidente della giunta regionale Alessandro Ghinami

Mi giunge questa notizia con sorpresa e con immenso dispiacere. Carla Fracci, la grande ballerina classica, ha lasciato questo mondo.

Lei stessa non ha voluto diffondere la notizia della sua malattia, ha preferito affrontare la lotta contro un tumore in silenzio, stretta ai suoi familiari. Ho avuto il piacere e l’onore di lavorare con lei sin da ragazzina quando, studentessa del conservatorio, venni scelta come figurante damigella con un’altra compagna, per entrare in scena al suo fianco. Si rappresentava Coppelia. Pur non essendo ballerina per un mesetto ho provato la grande emozione di stare al finco di una etoile internazionale.

 Da professionista del Teatro Lirico poi ho conosciuto  Carla Fracci   in diverse occasioni tra  le quali in una memorabile edizione dell’operetta Il Pipistrello di Strauss, di cui conservo ancora delle mie foto scattate durante le prove. Ricordo che tra una pausa e l’altra le domandai una foto autografata per mia figlia che all’epoca studiava danza e lei gentilissima mi ha accolto nel suo camerino per donarmela

Il marito Beppe Menegatti l’ha sempre seguita nella regia dei suoi spettacoli,  era un po’ la sua ombra. Le si rivolgeva sempre con grande ammirazione. E’ stata una stella internazionale, una grande professionista italiana che ha danzato in tutto il mondo con i più famosi ballerini  

 

due foto con Carla Fracci durante le prove al Teatro Lirico di Cagliari nel Pipistrello

 

Foto. A.Atzori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.