L’opera lirica nel giardino

il soprano Cinzia Todde ne Le villi di Giacomo Puccini

Tutto esaurito per la serata dedicata all’opera Le Villi di Giacomo Puccini (libretto di Fontana), andata in scena ieri sera nei Giardini Sgaravatti (Capoterra). Un’ambientazione ideale per un’opera che si ispira a tradizioni popolari, legata a riti, leggende e superstizioni. Storia di amori professati e amicizia tradita; sacrificio e vendetta. Tutti elementi che condizionano l’essere umano da sempre.

L’Opera ha visto protagonisti il soprano Cinzia Todde (ideatrice dello spettacolo), il baritono Gabriele Barria  e l’attore Gianluca Medas impegnato oltre che come narratore anche nel coordinamento artistico  . Lo spettacolo, che doveva andare in scena lo scorso anno ma che per le difficoltà causate dalla pandemia è slittato al 2021, ha subito delle modifiche nel cast che Gianluca Medas ha risolto  brillantemente con la narrazione e diversi accorgimenti scenici.

Il coro “l’Accademia”, diretto con grande entusiasmo a scena aperta (per scelta registica) da Marina Pinna (che ha anche realizzato i costumi di scena) è stato una bella cornice per i solisti. .

L’accompagnamento pianistico del maestro Manuele Pinna non ha fatto rimpiangere la mancanza orchestrale grazie alla sua precisione e intensità.

I cantanti hanno affrontato  l’impervia tessitura vocale scritta da Puccini superando brillantemente tutte le difficoltà, considerando che l’acustica   non aveva le caratteristiche  appropriate per l’esecuzione di un’opera lirica.

Il corpo di ballo con la coreografia di Nicoletta Mocci, i piccoli attori e musici allievi dell’associazione ReskYou ,hanno completato il cast.

Lo spettacolo era dedicato allo scrittore Sergio Atzeni nativo di Capoterra

Le foto si riferiscono allo spettacolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.