L’omicidio sul set e la finta esecuzione di Mario Cavaradossi

Questa mattina appena svegliata , la prima notizia che ho sentito è stata quella dell’ omicidio involontario sul set di un film in lavorazione. Sembra che  l’attore Alec Baldwin, usando una pistola di scena,  abbia sparato alla direttrice della fotografia uccidendola. Con la povera donna di 42 anni, è stato ferito anche il regista. Pare che la pistola, anzichè essere caricata a salve avesse dei proiettili veri. Non riesco a capacitarmi di come possa essere potuto succedere .

In palcoscenico, ho visto tante volte usare armi (attrezzeria), sia da artisti che da comparse e spesso anche per gioco, e questo mi infastidiva terribilmente.

Mi è tornato  alla mente un episodio che accadde tempo fa sul palcoscenico dello  sferisterio di Macerata.

Era il mese di agosto del 1995 durante la Tosca , la scena era quella dell’esecuzione di Mario Cavaradossi, una scena in cui il tenore, secondo il librettista, avrebbe dovuto fingere di morire ma poi viene ammazzato per davvero . Il quella occasione invece   una delle comparse aveva un fucile caricato male a salve, e nel momento dello sparo aveva ferito alle gambe  il tenore Fabio Armiliato costringendolo ad abbandonare il palcoscenico, anche se ormai alle battute finali.

 

clicca su questo link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.