Gaber rinasce al teatro Houdini

Ero molto curiosa di conoscere questo nuovo spazio culturale. Un piccolo teatro sito nella via Molise di Cagliari. Il patron è Alfredo Barrago il mago, prestigiatore, illusionista (fra i più famosi d’Italia e di cui la Sardegna può andare fiera), che ha trasferito il suo spazio da Quartu Sant’Elena, dove teneva i suoi corsi di magia alle nuove leve. Ma la pandemia ha preso il sopravvento e, ad un passo dall’inaugurazione tutto si è arrestato. A distanza di più di due anni eccolo in attività, Il Teatro Houdini inizia a pieno ritmo con spettacoli e serate culturali di ogni genere.

Ieri , grazie ad un amico che mi ha segnalato un spettacolo dedicato a Giorgio Gaber, finalmente sono entrata in questo luogo”magico”. Un piccolo gioiello curato nei dettagli e dove attraverso le tante foto sulle pareti si può conoscere la storia artistica di Alfredo Barrago, dalle prime esperienze, fino ai successi professionali con i grandi nomi della televisione.

Ieri sera, in una platea gremita, ho assistito allo spettacolo “Reduci“, un adattamento da testi e musiche di Giorgio Gaber e Sandro Luporini.

Il mattatore della serata era Maurizio Mezzorani, voce e chitarra, che ci ha divertito ma anche fatto riflettere con i suoi monologhi che prendevano spunto da alcuni brani cantati e recitati di Giorgio Gaber.

Mezzorani ha cercato di costruire un canovaccio basato su un tema di fondo a lui tanto caro: quello del “REDUCE”, dell’ “EX”! Quello in cui i propri punti di riferimento personali  di base si sono persi per strada (politici, umani, filosofici)  con le difficoltà di poter  riprendere la propria vita in un mondo ostile e spietato.

Con una bella impostazione vocale ed un’ottima intonazione, Mezzorani ha cantato le canzoni di Gaber accompagnandosi alla chitarra brani come Reduci, Flash, Il comportamento,   Quello che perde i pezzi , Lona, Un’idea, Eva non è ancora nata , Il conformista, La libertà.  A fargli da cornice in maniera precisa e senza essere invadenti, c’erano il pianista  Valerio Carta e  il contrabasso Carlo Marini.
Al Teatro Houdini nasce la Scuola d’Arte Magica Harry Houdini  ed è la prima scuola stabile per illusionisti, mentalisti e prestigiatori in Italia.
Si rivolge a quanti desiderano conoscere i segreti della Magia. I programmi di studio non si limitano alle semplici spiegazioni dei trucchi. Non è sufficente, infatti, conoscere le tecniche di esecuzione. Gli apprendisti hanno sempre precise indicazioni su come presentare i numeri e fare della Magia un’Arte.
La scuola d’Arte Magica Harry Houdini si è aggiudicata il titolo di “Miglior Officina Creativa d’Italia” – Premio Ufficiale consegnato da Masters of Magic – Saint Vincent, 19 maggio 2010. Nel corso del congresso magico del centro Italia 2019 organizzato da Gianluigi Sordellini e dall’Università Magica Internazionale, Alfredo Barrago è stato insignito del premio alla carriera e i tre illusionisti Michele Cabras, (Mycras) Mauro Mura e Andrea Fiori hanno vinto i primi premi nei concorsi intitolati a Vinicio Raimondi e Damaso Fernandez – HOUDINI THEATRE via Molise 2, CAGLIARI Info tel. 338 8386000

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.