Il barocco e le triosonate lunedì 25 marzo a San Giacomo – Appuntamento speciale per “I concerti di primavera”

Appuntamento speciale lunedì 25 marzo con “I concerti di primavera”. Dalla sede tradizionale della sala Sassu del Conservatorio “Luigi Canepa” di Sassari, la rassegna concertistica si sposta nella suggestiva chiesa di San Giacomo, nel cuore del centro storico, per una serata fuori abbonamento completamente dedicata a “Sonate e triosonate nell’età barocca”. Un viaggio all’indietro di tre secoli in compagnia di Jérôme Guichard e Carlo Cesaraccio (oboi), Fabio De Leonardis (violoncello) e Michele Nurchis (clavicembalo).

Il programma, ricco e articolato, sarà composto da sonate e triosonate, ossia sonate in trio composte da due voci melodiche e un basso continuo rinforzato da un quarto strumento. La serata prevede la Triosonata n°1 in Si bemolle maggiore HWV 380 di Georg Friedrich Händel, il Preludio e Fuga in Mi belmolle maggiore BWV 876 da “Il clavicembalo ben temperato” di Johann Sebastian Bach, la Sonata da chiesa in Re minore op. 1 n°11 di Arcangelo Corelli, Variazioni su “Le folies d’Espagne” di Marin Marais, il Preludio e Fuga in Si bemolle maggiore BWV 866 ancora da “Das Wohltemperirte Clavier” di Bach, la Sonata in Sol maggiore op. 13 n°4 di Giovanni Battista Sammartini e la Triosonata in Sol minore RV 81 di Antonio Vivaldi.

Il concerto del 25 marzo è fuori abbonamento. I biglietti possono essere acquistati il giorno del concerto all’ingresso della chiesa dalle 18 oppure nella sede dell’Associazione Ellipsis in via Taramelli 2/D e prenotati alla mail ellipsis.prenotazioni@yahoo.com oppure telefonando allo 079298371 o 3392206362. Sono previsti sconti per gli iscritti al Conservatorio, all’Università di Sassari e al Liceo musicale “Azuni”, per under 25 e over 60.

I protagonisti. Jérôme Guichard è nato a Nancy, in Francia, dove ha iniziato a studiare oboe per proseguire a Parigi. Ha suonato con orchestre in Francia, Venezuela, Minsk e Quebec. È stato diretto da Lorin Maazel, Pierre Boulez, Jeffrey Tate, Semyon Bychkof, Kent Nagano, Kurt Masur e Emmanuel Krivine. Impegnato nella musica contemporanea, ha lavorato con Lutoslawski, Mefano, Ligeti e Berio. È attualmente professore al Conservatoire National Supérieur de Musique di Lione. Invitato dalla London Symphony Orchestra con Antonio Pappano, Sir Colin Davis, Valery Gergiev, è stato ospite in diverse istituzioni europee come la Hochschule für Musik und Theater München, la Royal Academy of London, a Glasgow, Tokyo e il Beijing Oboe Festival.

Carlo Cesaraccio, nato a Sassari nel 2005, ha iniziato a studiare oboe a 9 anni, sotto la guida del padre Alberto, debuttando in concerto a dicembre dello stesso anno. È vincitore di numerosi concorsi in tutta Italia. Si è esibito da solista con vari ensemble anche in Montenegro, Germania e Austria. Nell’agosto 2020 ha tenuto due concerti solistici nel prestigioso Festival d’Entrecasteaux, nella Francia meridionale. Ha partecipato a concerti tenuti al prestigioso Rudolfinum di Praga. Ha fatto parte della Junior Orchestra del Verbier Festival, in Svizzera, dell’Orchestra Giovanile del Concertgebouw di Amsterdam. Recentemente ha studiato alla Musikhochschule “Robert Schumann” di Düsseldorf con Ralph van Daal.

Fabio De Leonardis, brindisino, ha intrapreso giovanissimo lo studio del violoncello, diplomandosi al Conservatorio di Musica di Bari. Vincitore di importanti concorsi in Italia e all’estero in formazioni cameristiche, ha collaborato con diverse orchestre sinfoniche e da camera in tutta Italia, spesso come primo violoncello, Ha suonato sotto la direzione di importanti direttori quali Kohler, Renzetti, Bacalov, Bellugi, Gelmetti, Turnovsky. Ha all’attivo più di mille concerti, come solista in formazioni da camera barocca con strumenti in stile. Con l’Ensemble Ellipsis di cui è primo violoncello, si è esibito in più di quattrocento concerti a Sassari, Torino, Genova, Beausoleil. Ha suonato in Francia, Spagna,

Austria, Germania, Olanda, Malta, Argentina e Giappone.

Michele Nurchis, pianista, organista e clavicembalista sassarese, ha suonato sia in Italia che all’estero come solista, camerista e continuista. Orientato al ramo cameristico, ha collaborato con musicisti di fama internazionale. Si è perfezionato in Pianoforte all’Accademia Pianistica di Pinerolo e in Musica da camera all’Accademia Internazionale di Imola. Ha completato gli studi frequentando numerosi corsi e masterclasses tenuti da maestri di prestigioso livello. Si è diplomato con lode in pianoforte, poi in clavicembalo e organo al Conservatorio di Sassari, dove poi ha insegnato pianoforte principale  e musica da camera, con Messina, Torino e Cagliari. Attualmente è docente titolare di Musica da camera al Conservatorio “G. Verdi”, Torino.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779107

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details