Martedì 9 al MuT flauto e chitarra con Annamaria Carroni e Giuseppe Zinchiri

 Flauto e chitarra si incontrano a Stintino Jazz&Classica, la rassegna concertistica curata dall’Associazione culturale LABohème con Fondazione di Sardegna, Comune di Stintino e Museo della Tonnara. L’appuntamento di martedì 9 luglio dalle 21,30 al MuT vedrà infatti insieme la flautista Annamaria Carroni e il chitarrista Giuseppe Zinchiri in “Danze del mondo per flauto e chitarra”.

In programma Gran duetto concertante op. 52 di Mauro Giuliani, Cafè 1930 e Nightclub 1960 di Astor Piazzolla, Danze rumene di Béla BartókHasta Alicia Baila di Eduardo Martín.

Annamaria Carroni si diploma in flauto traverso al Conservatorio di Sassari nel 2005. Si perfeziona al CNR di Parigi nella classe di Cécile Daroux e in quella di Jean Ferrandis all’Ecole Normale “Alfred Cortot” di Parigi dove ottiene il Diplôme Supérieur d’Enseignement nel 2009. Nel 2013 continua il perfezionamento all’estero con Liisa Ruoho e Petri Alanko alla Sibelius Academy di Helsinki.

Per l’ottavino si avvale della guida di Maurizio Simeoli a Milano e di Nicola Mazzanti a Firenze, dove segue i corsi annuali dal 2014 al 2016. In Francia e in Italia si esibisce per diverse rassegne in solo e in formazioni cameristiche con archi, in duo con arpa, chitarra e pianoforte e in orchestra per le stagioni liriche e sinfoniche del Teatro Comunale di Sassari e Trapani in qualità di flautista e ottavinista. È docente di flauto traverso presso il Liceo musicale “Azuni” di Sassari. Con l’Associazione LABohème cura l’organizzazione e la direzione dei seminari di musica d’insieme e della rassegna “StintinoJazz&Classica” dalla loro nascita nel 2014.

Giuseppe Zinchiri ha iniziato lo studio della chitarra all’età di otto anni. Conclusi gli studi al Conservatorio di Sassari, ha intrapreso un intenso percorso di formazione alla Kunst Università di Graz, il Conservatorio della Svizzera italiana, l’Accademia Chigiana di Siena e l’Università Mozarteum di Salisburgo sotto la guida di Eliot Fisk, dove ha concluso con lode il master in performance. Ha ottenuto primi e secondi premi in alcuni concorsi internazionali di esecuzione, tra cui il Concurso de Guitarra de Sevilla, il Concurso Tomás di Pètrèr, il Sigall Competition di Vina del Mar, il Paganini di Parma e il Premio Ciutat de Elx. Ha suonato in Italia, Spagna, Austria, Svizzera, Germania, Messico, Cile, Brasile e Stati Uniti. Dal 2017 cura la direzione artistica del Festival Chitarre dal Mondo di Lugano.

È docente di chitarra al Conservatorio di Sassari. Utilizza corde Savarez.

 

Aldo Muzzo

Giornalista professionista

+393288365877

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779108

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details