Bella mattinata oggi al cinema Odissea a Cagliari.

C’è stata la premiazione dei cortometraggi in 3 minuti sulla mia città ed io partecipavo con un documentario sui lavori del Parco della Musica. Non ho vinto ma ho avuto ugualmente una grandissima soddisfazione.

Esserci e vedere il proprio film su un grande schermo è stato veramente una grande emozione!

Il presidente del concorso, Maurizio Porcelli, dopo aver presentato la giuria, ha fatto proiettare tutti i film in gara.

Circa un’ora e mezza di cortometraggi (3 min. ciascuno).

E’ stato bello potersi confrontare e capire cosa si può migliorare.

Tante idee e lavori più o meno originali.

Quello che mi ha colpito più di tutti non ha vinto .

Era un bellissimo film muto della Cagliari del dopoguerra, davvero emozionante! Mia madre che stava accanto a me, giura d’aver visto mio nonno seduto al tavolino di un bar.

Cercherò di individuarlo meglio la prossima volta. Belle immagini nitide del centro storico e dei tanti personaggi dell’epoca: frati, ambulanti persone in procinto di partire, il tram, le auto ecc.

 Bellissimo davvero!

I giovani erano protagonisti assoluti: bello il corto sulla studentessa laureata che emigra in cerca di lavoro ed affida il messaggio dei ricordi di Cagliari ad una bottiglia; o la ragazza italo-americana orgogliosa di essere nata a Cagliari evidenziandolo col suo accento ben marcato senza vergognarsi; la Cagliari del centro storico, il Poetto, i fenicotteri e i gabbiani erano la materia prima di tutti gli altri.

Una bella esperienza che spero si possa ripetere.

Intanto il 15 dicembre nel corso di una serata, saranno proiettati di nuovo i film e ogni regista dirà qualche cosa che riguarda il suo lavoro (mi dovrò esercitare a parlare in pubblico).

Di seguito uno dei film premiati.

Categories:

Tags:

2 Responses

  1. Io invece sono molto molto scocciato per come è stata condotta la manifestazione. Il video di mia figlia Giulia (14 anni) a detta di tutti (compresa te) è stato uno dei più belli tra i giovani. non solo meritava di essere premiato come primo o secondo, ma se proprio gli organizzatori avevano deciso di non premiarlo (forse perchè non volevano dare soddisfazione a me che avevo girato le immagini) almeno avrebbero dovuto trovare una maniera più elegante per farlo,come hanno fatto col Prof. Del Piano che meritava nettamente di vincere tra gli amatori. Per Giulia avrebbero dovuto almeno menzionarla e darle un premio speciale o un riconoscimento per la partecipante più giovane e qualificata. Ci sono tante altre considerazioni non voglio fare adesso che sono molto amareggiato, ma che mi ripropongo di mettere in luce in futuro.&ltbr/>Sarebbe giusto che tutti i corti siano messi su http://www.cinemecun.it e si facessero votare i lettori che si iscrivono con nomi e cognomi sicuri. aloha

  2. beneè comunque una bellissima cosa!!! la prossima volta sarai tu la prima!!! :-)))
    &ltbr/>io sono a casa con il collare … :-(( tu tutto ok?
    &ltbr/>mandi e buona domenica!
    &ltbr/>I

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14777748

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details