“Delitto al quadrivio” di Ignazio Salvatore Basile, è il secondo dei sette episodi (il primo di due ambientati del mondo della musica cagliaritana) , che hanno come protagonista il commissario Santiago De Candia, il quale dovrà indagare sulla misteriosa morte di un’affermata violinista rumena, ritrovata nella spiaggia del Poetto di Cagliari, nei pressi del “Quadrivio”, un ritrovo balneare che ha conosciuto tempi migliori.

Con l’aiuto insperato di un’avvenente avvocato, il commissario risolverà brillantemente anche questo caso.

Il romanzo si apre con il ritrovamento di un cadavere nella spiaggia del Poetto. Il difensore di turno, l’avv. Luisa Levi viene convocata sul luogo del delitto. A sentire i Carabinieri e la Procura il caso è bell’e chiuso e l’assassino già assicurato alla giustizia. Si tratta di un pregiudicato, con precedenti specifici, che è stato arrestato in quasi flagranza di reato e che all’avvocato Levi toccherà difendere contro le apparenze che lo vogliono colpevole. Anche la stampa sembra avere già condannato un uomo che ha pagato la sua colpa per gli errori commessi e, dopo essersi laureato, si è perfino rifatto una vita.

In realtà, come spiega l’avvocato Levi nel ricorso al Tribunale della libertà, nei polmoni della vittima non ci sono tracce di iodio; inoltre la vittima aveva un abbigliamento incompatibile con una passeggiata serale in riva al mare. L’unica colpa del povero indagato sembra essere stata quella di essere stato riconosciuto dallo stesso carabiniere che lo aveva arrestato venti anni prima, mentre curiosava sul luogo del nuovo delitto. Anche il commissario De Candia intravvede che la realtà è assai diversa da quella comodamente battuta dalla Procura, che ha scelto un capro espiatorio con cui archiviare e risolvere un caso di omicidio volontario tutt’altro che semplice. Con una inedita sinergia di intelligenza e intuito i due faranno emergere la verità, scagionando lo sfortunato incriminato e inaugurando una nuova collaborazione, fatta anche di complicità personale. Questo secondo episodio, giunto alla terza edizione, segue di due anni la pubblicazione del primo episodio, intitolato “Al di là delle evidenti apparenze” pubblicato dalla casa editrice “Dei Merangoli” di Roma e precede di poco la pubblicazione del terzo episodio della saga del commissario De Candia, ambientato al Teatro Lirico di Cagliari.

Si può acquistare il libro o soltato l’ebook, cliccando nel seguente link

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo ambientato al Lirico di Cagliari
Romanzo giallo
Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779820

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details