We are Shardana, il nuovo film di Christian Canderan, sarà presentato in anteprima al Cinema Ariston di Oristano, venerdì 27 ottobre alle 20,15.  Ad accompagnare il film insieme al regista, l’autrice Chiara Errico e le attrici sarde Elisa Pistis e Gisella Vacca.

IL RACCONTO

L’appuntamento racconterà di Paolo (Andrea Fornalè), uno studente universitario nella città felsinea, che entusiasta dei contenuti di una lezione di antropologia culturale, decide di compiere un viaggio di ricerca in Sardegna per approfondire il tema della civiltà prenuragica e nuragica per la sua tesi. Sarà proprio sull’isola che il giovane conoscerà Maria Carmen (Elisa Pistis), una donna più grande di lui, che gli farà da guida in modo inaspettato, così che il percorso prenderà una piega diversa rispetto a quello che Paolo si era prefissato. Il pubblico potrà conoscere alcune creature leggendarie sarde e non, e siti davvero particolari poco noti. Bellissimi scenari si alterneranno a momenti onirici, apparizioni e flashback che diverranno a loro volta “attori comprimari”.

Nel cast anche il friulano Luciano Roman, i veneti Ketty Montagner e Guido Laurjni ed il sardo Giovanni Maccioni.

La locandina di We are Shardana
La locandina di We are Shardana

Il soggetto è nato partendo dal ricordo dei momenti di gioco dell’infanzia e dopo aver compiuto una ricerca sulle creature protagoniste di favole e racconti appartenenti al folklore friulano, veneto e sardo e che solitamente venivano narrati dai nonni: chi non ha mai avuto un amico
speciale con cui giocare da bambino? Chi da bambino non ha mai provato strane paure notturne al ritrovarsi solo al buio, intuendo la presenza di qualche mostro in agguato?

Spiriti malevoli, fate, orchi, giganti e tanti altri ancora altro rappresentano se non il sorgere della coscienza degli uomini su fenomeni ai quali nessuno sapeva dare spiegazioni.

Prima dell’evolversi della qualità della vita gli umani vivevano a stretto contatto con la natura, erano più sensibili e quindi nelle comunità c’era una sorta di tacita convivenza e tutto era semplice e tranquillo.

Ora invece, la moderna frenesia ha assopito i sensi, viviamo nella fretta del fare, dell’avere e dell’essere dimenticando cosa sia la calma e la
semplicità. Ecco che il nostro protagonista, tramite Maria Carmen e ai suoi racconti e ad incontri particolari,…

FONTE: CINEPRESS – Leggi qui l’articolo completo

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14776943

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details