Finalmente posso dare una sistemata a questo mio balconcino, unico sbocco d’aria verso l’esterno del mio appartamento.

Ho tagliato un po’ di erbacce ed acquistato delle begonie colorate.

Ho poi rinvasato tutte quelle piante che, poverette non avevano più terra e concimato dappertutto.

Ma perchè vi sto a dire tutto cio? Vi interessa?

Sono rimasta troppo male dopo aver letto quel posto in HP che parla dei blogger.

Io ero così contenta di averlo aperto e ci sono persone che smontano tutto con tali affermazioni!

Può darsi che a nessuno interessi il mio balcone e le mie begonie, ma solo il fatto che posso comunque condividere con qualcuno anche la gioia di essere riuscita a trovare un po’ di tempo per fare ciò, mi appaga.

Se a questo blogger non interessano le poesie  i pensieri e le smancerie, i cuoricini e i glitter nessuno lo obbliga a girare e a tenere aperto un blog.

Ci sono tante altre cose nella vita!

Categories:

Tags:

5 Responses

  1. Trovo che rendere la casa più bella dedicandogli del tempo ed approfittando dell’occasione che all’inizio della primavera si ha la possibilità di vedere la fioritura dei bulbi che si sono piantati magari qualche mese prima e così sentire l’olezzo che essi emanano nell’aria ancora fresca dia un benessere piacevolissimo.Indubbiamente rallegra con i colori l’estetica del balcone e porta la compagnia dei primi insetti che seguono il rito dell’impollinazione

  2. Sinceramente… Preferisco legger qui della piantagione di begonie piuttosto che quel romanzo a caratteri tutti uguali, senza capoversi, di pura lamentela, con unico scopo il demolire la creatività di chi creatività ne ha e cerca di esprimerla e condividerla…

    …E dopo aver letto velocemente, scorrendo a più non posso il testo, non ho capito di concreto qual è il suo problema… Se non vuole leggere “arcobaleni ed unicorni” dal blog di una ragazzina, può semplicemente evitare di cliccarci! Ma di certo non ha il diritto di sminuire il lavoro di chi si diletta a scrivere un diario pubblico!

    Come il “Diario di Hanna Franck” è testimone dell’epoca del nazismo e dei pensieri di una ragazzina, così i blog, oggi, devono esser pensati come testimoni del nostro presente.

    Forse mi sono dilungato troppo e senza diritto…

    Comunque in balcone, in vaso, vivono bene anche le rose… e in questo periodo sono in sconto ^.^ Oppure se ne vedi in un giardino una che ti piace, devi semplicemente tagliarla nel nodo e metterla nel terreno in un vaso, e se madre natura sarà gentile, attecchiranno…

    Come scrivono nei concimi: “Buona fioritura!” ^^

  3. bello il balcone fiorito !

    blog….

    continua a fare il blog cm piace a TE

    se a qlcn nn piace nn deve ferirti.

    qsta e la vita… virtuale…

    notte

    v

  4. Ciao Otto!!! Anch’io facendo giardinaggio ho trovato il ranocchio!!! quel post non l’ho letto ma vado avedere se c’è ancora per curiosità!!! Un bacio a domani

  5. Ognuno fà ciò che vuole, quello che pensa….

    Difatti, basta guardarsi attorno…

    Io trovo che questi blog, a volte, siano meglio di un libro…

    Sono veri!!!

    Vissuti!

    Certo, non tutti…ma, c’è sempre da sapere…

    Ti piacciono i fiori?

    Bèh, i fiori sono una cosa meravigliosa!!!!

    Per il resto…tu guarda e passa…

    Come nella vita!

    Non rammaricarti…fai pure il tuo blog come ti senti di farlo, fa parte di te!!!

    Buona giornata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14777395

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details