Grazie al mio lavoro che spesso mi porta in giro per la Sardegna , ho avuto l’opportunità di rivedere una mia compagna di scuola delle  superiori.

E’ stata lei a riconoscermi.

Alla fine del concerto si è avvicinata domandandomi  se mi ricordassi di lei.

E’ stato un bellissimo incontro, l’ho subito riconosciuta anche se ho avuto qualche problema col nome.

Trent’anni sono davvero tanti, ma appena ho capito di chi si trattava mi si è aperta la memoria e ho ricordato le giornate spensierate della nostra adolescenza e di quel periodo di studio.

La mia collega Nenet ci ha voluto immortalare con la sua digitale.

Ho voluto però cercare le foto che ci ritraevano assieme l’ultimo anno di   scuole superiori durante una gita scolstica a Firenze.

Categories:

Tags:

10 Responses

  1. Cara Otto, penso che questo decentramento ce lo ricorderemo come uno dei più emozionanti!!! Speriamo nei prossimi concerti di spostarci anche verso il centro e il nord!!! ci sono ancora tanti amici da conoscere!!! a stasera con Marcos!!!! :-DDDD

  2. Dev’essere stata una bella emozione.

    E’ successo anche a me di rivedere un compagno di classe dopo 34 anni proprio lo scorso anno.

    Un saluto!

  3. Una bella emozione incontrare dopo 30 anni una compagna di scuola.

    Anche a me è accaduto con qualche compagno/a di scuola.Un incontro che ti riporta indietro nel tempo e ti sembra di riviverlo.

    Dopo circa 30 anni mi è accaduto di incontrare una mia allieva del catechismo,per caso da un meccanico(suo marito).

    L’ho riconosciuta,eppure le ultime volte che l’avevo vista aveva solo 10 anni!!

    Ciao.faraluna

  4. Mammamia che emozione…

    Ricordare i tempi di scuola..

    RaccontarVi di oggi

    dei Vs percorsi di vita

    Come vedi tutto può succedere..

    Un abbraccio

    ca..

  5. Grazie per aver allungato ancora l’emozione di quel momento!Riconoscerti,pensare di avvicinarsi sfidando il dubbio se essere riconosciute o meno,avvicinarsi infine sicura di vivere e di far vivere una bel momento.Avrò la gioia di ascoltarvi ascolterò anche stasera!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14775720

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details