L'angoscia

Lo stato terribile in cui mi trovo in questo momento.

Una sensazione che si placherà solo fra qualche giorno, e cioè fino al momento in cui mi daranno il risultato della TAC

No, non è certo quell’ago in vena che mi fa paura, ma l’attesa , l’attesa e la paura del risultato.

Provo compassione per chi è in uno stato di salute eccellente e tenta di rovinarsela fumando, bevendo, drogandosi o con altre forme di autolesionismo.

Perchè? Non si può capire cosa voglia dire vivere ogni giorno per mesi o anni con l’angoscia delle sentenze: i risultati di esami clinici.

A 20 anni non si vuole pensare che ciò che il Signore ci ha dato è  un grande regalo senza prezzo: la vita.

Quando facevo Kemioterapia, ogni giorno aspettavo, come una carcerata la fine del mio stato angosciante per riprendere in mano la mia vita.

Non vedevo l’ora di potermi dedicare nuovamente a tutto ciò che mi piaceva di positivo in maniera disinteressata sia per me e soprattutto verso gli altri.

Fare tantissime cose  in maniera totalmente gratuita mi riempie di una gioia immensa facendomi amare ogni attimo della mia esistenza.

Qualcuno forse non ha capito l’importanza degli interessi quando si vive in questo stato d’angoscia! Ma non lo si può capire finchè non ci si trova.

A me è servito per superare questi primi tre anni dopo la scoperta del male

 Oggi mi trovo ad un nuovo bivio che spero di superare, ma qualunque cosa sarà l’accoglierò come un dono che mi spronerà a continuare a lottare ed a testimoniare di quanto la via sia bella e vale la pena viverla fino in fondo.

Di potermi svegliare al mattino e ritrovare il dolce sorriso di mio marito e delle mie figlie.

 

 

 

8 commenti

  1. L’attesa è una brutta bestia, ma so che tu sei molto combattiva e tutto stà nel mantenere un’atteggiamento positivo. Un abbraccio

  2. ti sono vicina per qualsiasi cosa tu abbia bisogno.Ti voglio bene e son sicura che il Signore non ti abbandonerà.

  3. anch’io ti sono vicina e spero che tutto vada bene. non so che dire ma spero proprio che tutto vada per il meglio e tu ne esca fortificata ancora una volta.

    un caro abbraccio

  4. Che lezione, per tutte le volte in cui mi lascio prendere dai brutti pensieri e non guardo alla Vita come dono. Perchè purtroppo ogni tanto capita. e anche la storia della mia Giulia me lo ricorda sempre. bisogna sempre testimoniare questa forza!

    ti penso!

  5. ti auguro ogni bene,leggendo le tue parole che sprizzano coraggio da ogni sillaba mi vergogno di provare un senso di depressione perchè il pc non funziona come dovrebbe o perchè piove o fa troppo caldo cosa sono queste stupidaggini a confronto della tua attesa?Ti auguro sia un esito felice che ridia un grande sorriso a tutta la famiglia aspetto con te il più bel referto ciao Ida

  6. Quanto hai scriitto ci ha molto commosso. Vedrai che il Signore e la Madonnina non ti abbandonerà. Pregheremo intensamente per te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *