E’ stata una festa bellissima quella di ieri sera nella terrazza panoramica dell’Inout Musi Club a Cagliari in viale Marconi. L’evento festeggiava i 41 anni di vita della scuola cagliaritana Afrodanza  di Donatella Padiglione e sua figlia Carly.

La scuola, inizialmente, era una delle tante dedicate alla danza classica ma si è poi  evoluta aprendosi alle danze etniche, diventando così unica nel suo genere.

Se un tempo le scuole di danza avevano come principale obiettivo quello di avviare giovanissimi talenti alla professione, la scuola di Donatella Padiglione ha portato una rivoluzione a Cagliari, cambiando quella mentalità e dando spazio a tutti senza distinzione di età o forma fisica.

Chiunque lo desidera, infatti,  può accedere alla scuola scegliendo tra le diverse danze etniche proposte. Questo è stato possibile grazie anche alla preparazione della Padiglione e di sua figlia Carly ,( anch’essa insegnante), che hanno girato  il mondo specializzandosi nelle varie discipline con maestri internazionali.

Ieri sera, la terrazza dell’Inout , che si affacciava su un panoramico tramonto col volo dei fenicotteri, era gremita di pubblico formato prevalentemente da allievi ed ex allievi. Presenti anche tanti musicisti che collaborano con la scuola.

La serata è iniziata con un ricco buffet a base di cous cous  vegetariano, falafel di ceci ed altri elementi caratteristici dela cucina mediorientale.

Si è poi passati allo spettacolo con l’esibizione degli allievi della scuola, in una coinvolgente danza africana accompagnata dal vivo, dalle percussioni dei Guney Africa , band formata da italiani e africani insieme. E’ stato poi un susseguirsi di varie danze come quella egiziana, protagonista la bravissima Carly, figlia della Padiglione, di cui ho scritto in precedenza (vedi post) . E ancora Danza Bollywood, Danza orientale, la danza dei bastoni, Folklore arabo ,Danza Ucraina e Danza Tzigana dell’Europa dell’Est.

La presentazione della serata era affidata ad una simpaticissima coppia di attori,  Paolo Vanacore e Santina Raschiotti che ci hanno deliziato anche con dei momenti di cabaret davvero esilaranti.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14763204

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata