VG_americaE’ ritornata nella sua terra di Sardegna, nella sua città per un periodo di riposo estivo ed abbiamo colto l’occasione per ritrovarci anche con altre ex compagne di Conservatorio per ricordare i tempi andati.
Ieri Tiziana, davanti ad una bella pizza, ci ha raccontato come e quando è cominciata quest’avventura oltre oceano. Tanti di noi, appena conclusi gli studi al Conservatorio hanno percorso strade diverse. C’è chi ha avuto la fortuna di intraprendere carriere solistiche in giro per i teatri del mondo, chi quella di lavorare nel teatro della propria città e chi ha tentato strade alternative, come lei.

Ci ha raccontato di come  questo “treno” sia passato velocemente e per caso.
Lei si trovava a Roma, forse alla ricerca di un lavoro non attinente il suo studio musicale quando, alcuni amici, gli hanno comunicato che un’agenzia era in cerca di voci liriche italiane da portare in America.

Sembra una storia d’altri tempi!
Lei si è buttata, senza illusioni perchè la concorrenza era tanta, solo per provare l’emozione di un’audizione particolare. – “Sapevo che nella peggiore delle ipotesi non ci avrei perso nulla” – ci dice.
Ma l’audizione le è andata bene e la sua vita ha preso una piega completamente diversa dal tram tram monotono di allora.
Ha fatto i bagagli e si è imbarcata in quest’avventura che consisteva nel cantare quasi tutte le sere  romanze d’opera, naturalmente italiane, in diverse località degli Stati Uniti.
Era felicissima! Un bel contratto l’ha legata per anni a questa professione indubbiamente variegata, ma purtroppo può anche accadere che, a lungo andare,  anche questo via vai comincia  a stancare soprattutto quando si incontra l’amore.
Ed è stato proprio l’amore a farle prendere la decisione di interrompere questa’avventura .
La scelta di una vita più serena e la nascita della sua bambina ha colmato abbondantemente il vuoto lasciato dal canto.
E adesso, ogni tanto ritorna in Italia, nella sua Cagliari. Ci si  riincontra tra ” vecchi” compagni e si  rivedono i luoghi dell’ infanzia e della prima giovinezza che pian piano si trasformano ma, dopo un breve periodo, il desiderio è quello di ritornare a casa, in America, perchè ormai la sua vita è lì, insieme ai suoi  amori.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779107

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details