Su Giacimentu di Enna ‘e Pedra è una delle prime commedie in lingua sarda dello scrittore commediografo Ignazio Salvatore Basile. Quando la scrisse, nei primi anni ottanta del secolo scorso, era convinto della purezza dei canoni della lingua sarda e che anche la commedia sarda, nella sua forma tipica della farsa campidanese, dovesse adeguarsi a tale purezza. Per farsi perdonare questo errore di esuberanza giovanile ha compilato un glossario dei termini sardi più usati nella lingua sarda e nelle sue commedie.In questo modo i non sardofoni capiscono meglio la trama.

La commedia comunque è rivolta e fruibile soltanto per chi mastichi almeno i rudimenti della lingua  (nella variante campidanese). E’ stata rappresentata per la prima volta nel 1996 a Siliqua, a cura della Filodrammatica “San Giorgio” della ridente cittadina del Sulcis Iglesiente.

Domenica 11 Dicembre alle ore 19,oo, la compagnia teatrale Is amigus de Santu Perdu riproporrà la commedia di Ignazio Salvatore Basile, nel Teatro della Parrocchia di San Pietro ad Assemini

Ecco di seguito una breve trama della storia.

Nel paese di Sant’Antioco un pescatore, Peppantoni, ha ereditato un terreno da uno zio nella località di Enna ‘e Pedra. Si tratta di un terreno sassoso (da cui deriva il suo nome) che non è suscettibile neanche di essere coltivato. A un certo punto arriva però un industriale milanese (l’ing. Tropelli) che offre a Peppantoni e ai suoi fratelli coeredi la strabiliante somma di mille miliardi delle vecchie lire, sostenendo che lì, proprio in quel terreno, c’è un giacimento di petrolio che renderà ricca la famiglia di Peppantoni e tutta la Sardegna. Peppantoni, scarpe grosse da pescatore ma cervello fino da Sardo, fiuta l’inganno; con l’aiuto di sua figlia Maria, quello di un suo compare Sindaco (che in un primo momento sta, in buona fede, dalla parte dell’ing. Tropelli) e con l’arrivo provvidenziale di un giovane tedesco, Max Leopold, laureato in Geologia e studente di lingue romanze, nonché amico di suo nipote, scoprirà il grande inganno ordito ai danni della Regione.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo ambientato al Lirico di Cagliari
Romanzo giallo
Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14763208

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata