Due celebri pagine classiche di Haydn e Mozart nell’interpretazione dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, diretta da Andrea Solinas, al Teatro Grazia Deledda di Paulilatino per “Un’Isola di Musica 2023”

Giovedì 26 gennaio alle 19 e venerdì 27 gennaio alle 11.30 (spettacolo riservato alle scuole), al Teatro Grazia Deledda di Paulilatino, l’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, diretta da Andrea Solinas, sassarese, classe 1985 al suo gradito ritorno alla guida della compagine cagliaritana, propone due appuntamenti per “Un’Isola di Musica 2023”, consueta rassegna musicale del Teatro Lirico di Cagliari nei centri della Sardegna; una piacevole serata di musica classica che presenta due fra le più famose composizioni sinfoniche del Classicismo musicale settecentesco di Haydn e Mozart. Nel ruolo di violino solista si esibisce Gianmaria Melis, primo violino di spalla della compagine cagliaritana.

Il programma musicale, infatti, prevede l’esecuzione di: Sinfonia n. 99 in Mi bemolle maggiore Hob:I:99 di Franz Joseph Haydn; Concerto n. 4 in Re maggiore per violino e orchestra K. 218 di Wolfgang Amadeus Mozart.

Lo spettacolo ha una durata complessiva di 50 minuti circa e non prevede l’intervallo.

 

Prezzi biglietti: posto unico € 3.

 

La Biglietteria del Teatro Grazia Deledda è aperta da un’ora prima l’inizio dello spettacolo.

Per informazioni: Biglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.it, www.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin. Biglietteria online: www.vivaticket.com.

Gianmaria Melis – Violino

Primo Violino di Spalla della Fondazione Teatro Lirico di Cagliari dal 2009, comincia lo studio del violino sotto la guida di Paolo Marascia, proseguendo poi con George Mönche, Igor Volochine, Felice Cusano e Sergey Krylov. A diciassette anni vince il Secondo Premio alla rassegna nazionale violinisti “Mario Benvenuti” del “Premio Città di Vittorio Veneto” e, l’anno seguente, si diploma in violino con il massimo dei voti al Conservatorio Statale di Musica “Giovanni Pierluigi da Palestrina” di Cagliari. Perfeziona gli studi seguendo masterclass con Nicolas Chumachenco e Thomas Brandis ed entra presto a far parte dei corsi per professori d’orchestra dell’Orchestra Giovanile Italiana, ricoprendo il ruolo di Primo Violino di spalla per due anni. Contemporaneamente, studia quartetto e musica da camera con Piero Farulli. È risultato vincitore di tre concorsi internazionali, come primo idoneo per violino di fila, alle fondazioni: Arturo Toscanini di Parma, Teatro Lirico di Cagliari, Haydn di Bolzano e Trento. Ha collaborato con varie orchestre fra cui: Sinfonica Nazionale della RAI di Torino, I Pomeriggi Musicali di Milano, Filarmonica Toscanini di Parma, Teatro Carlo Felice di Genova (Primo Violino dei secondi, Concertino dei primi violini), Galilei di Firenze (Primo Violino di Spalla, per i corsi di direzione d’orchestra di Carlo Maria Giulini), Sinfonica Haydn di Bolzano e Trento, Orchestra Sinfonica Siciliana (Primo Violino dei secondi). Negli corso degli anni è stato invitato, in qualità di Primo violino di Spalla, da orchestre quali: Orchestra del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra del Teatro Petruzzelli di Bari, Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, Orchestra del Teatro Verdi di Salerno. Ha suonato sotto la guida di importanti direttori d’orchestra, fra cui: Carlo Maria Giulini, Yuri Ahronovich, Lorin Maazel, Frans Brüggen, Donato Renzetti, Gianluigi Gelmetti, Ton Koopman, Trevor Pinnock. Christopher Hogwood, Daniele Gatti, Maurizio Benini, Marko Letonya. Nell’ambito cameristico ha collaborato con prestigiosi musicisti fra cui: Sergej Krylov, Hans-Jörg Schellenberger, Pierre Goy, Eric Sielberger, Giuseppe Gullotta. Dal 2014 è il violinista dei Novafonic Quartet, formazione costituita da solisti e prime parti di importanti orchestre, proponendo un repertorio contemporaneo d’ispirazione piazzolliana e jazz. Tiene regolarmente masterclass di perfezionamento. Ha suonato in Francia, Germania, Svizzera, Spagna, Inghilterra, Romania, Olanda, Austria, Stati Uniti. Di recente ha debuttato, in qualità di solista, alla prestigiosa Carnegie Hall di New York, suonando il Triplo Concerto di Beethoven. Ha inciso per la casa discografica KNS Classical, con i Novafonic Quartet e in duo con il pianista Giuseppe Gullotta. Suona un violino modello Guarneri “Le Duc”, costruito da Philippe Girardin nel 2019.

Andrea Solinas Direttore

Nato a Sassari nel 1985, inizia gli studi musicali a nove anni al Conservatorio di Musica “Luigi Canepa” della sua città, diplomandosi in pianoforte a 21 anni con il massimo dei voti e la lode. Viene ammesso ai corsi di alto perfezionamento pianistico dell’Accademia di Musica di Pinerolo e, successivamente, alla Scuola di Musica di Fiesole, proseguendo gli studi sotto la guida di grandi pianisti quali: Enrico Stellini, Pietro De Maria e Andrea Lucchesini. Dopo aver intrapreso una carriera solistica che l’ha visto impegnato in ambito nazionale ed internazionale, inizia un’intensa collaborazione con cantanti lirici sia in Italia che all’estero, lavorando in qualità di maestro sostituto in teatri quali: Ente Concerti “Marialisa de Carolis” di Sassari, Teatro “Vittorio Emanuele” di Messina, Festival Puccini di Torre del Lago, Arena di Verona, Teatro “Giuseppe Verdi” di Trieste. Si avvicina allo studio della direzione d’orchestra a 22 anni partecipando a diversi corsi di formazione nel territorio nazionale e frequentando contemporaneamente il corso di composizione in conservatorio. Nel 2012 accede al biennio specialistico in direzione d’orchestra al Conservatorio di Musica “Giuseppe Verdi” di Milano sotto la guida di Vittorio Parisi, laureandosi a pieni voti. Nel 2014 debutta a Sassari dirigendo l’oratorio Davide Penitente di Mozart, organizzato dal Conservatorio di Musica “Luigi Canepa” e dall’Associazione Polifonica “Santa Cecilia” di Sassari della quale viene nominato Direttore artistico dal 2015 al 2017; successivamente dirige, nel teatro della sua città natale, opere giovanili come L’arca di Noè di Britten, Brundibar di Krasa e un concerto di arie d’opera con solista il tenore Roberto Aronica; nell’ottobre 2015 dirige I promessi sposi di Ponchielli al Conservatorio di Milano. Ha lavorato con orchestre di teatri e istituzioni quali: Ente Concerti “Marialisa de Carolis” di Sassari, Conservatorio di Milano, Filarmonica di Benevento, Festival Puccini di Torre del Lago, Serbian National Theatre, Teatro dell’Opera di Samsun, Teatro dell’Opera di Antalia, Teatro dell’Opera di Ankara, Sinfonieorchester di Basilea, Hungarian State Opera di Budapest. Da giugno 2017 è stato Direttore musicale di palcoscenico al Festival Puccini di Torre del Lago e all’Ente Concerti di Sassari. Nelle ultime stagioni lirico-sinfoniche nazionali è stato assistente di importanti direttori d’orchestra quali: Bruno Nicoli, Francesco Ivan Ciampa, Jordi Bernacer e, dal 2018, affianca il maestro Gianluca Marcianò, dando vita ad una stretta collaborazione al Serbian National Theatre di Novi Sad. Nello stesso teatro da giugno 2019 ricopre l’incarico di guest conductor, debuttando in opere quali: Rigoletto, Faust, La Bohème, Madama Butterfly, Aida. Inizia il 2020 con un’intensa tournée in Cina con la Serbian National Opera Theatre Orchestra e, nel febbraio dello stesso anno, firma un contratto annuale come direttore d’orchestra al Teatro d’Opera di Samsun in Turchia. Dal 2021 ha un rapporto di collaborazione stabile e continuativo come direttore nel prestigioso Teatro dell’Opera di Ankara.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14776870

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details