Riparte lunedì primo maggio al Teatro Verdi di Sassari il tour di “È inutile a dire!”, lo spettacolo di Jacopo Cullin, capace di registrare il sold out in ogni precedente appuntamento isolano.

Al Teatro Eliseo di Nuoro, con due prestigiosi appuntamenti oltre il Tirreno,  al Teatro Ambra Jovinelli di Roma e al Teatro Manzoni di Milano.

Per info e prenotazioni è possibile consultare il sito ufficiale dell’artista e i canali del Circuito Boxoffice Sardegna.

 L’attore e regista cagliaritano, affiancato dall’attore, amico e rodata spalla Gabriele Cossu, sarà in scena, due giorni più tardi (mercoledì 3) nel prestigioso Teatro Ambra Jovinelli di Roma, mentre sabato 6 e domenica 7 maggio riabbraccerà il pubblico del Teatro Lirico di CagliariDomenica 14 maggio lo spettacolo andrà in scena al Teatro Eliseo di Nuoro venerdì 9 giugno il sipario si alzerà al Teatro Manzoni di Milano, luogo simbolo della cultura meneghina.

 “È inutile da dire!” nasce nella seconda metà del 2018 dalla penna di Cullin, con la precisa volontà di esplorare e approfondire con sottile ironia e raffinata comicità le dinamiche relazionali che caratterizzano il nostro tempo. Attraverso le poetiche e argute visioni di tre dei suoi storici personaggi (Signor Tonino, Salvatore Pilloni e Angioletto Biddi ‘e Proccu), l’autore evidenzia problemi e fragilità della attuale società, dominata dalla precarietà delle relazioni e dalla costante crisi esistenziale che pervade l’essere umano. Ad accompagnarlo sul palcoscenico il trio composto da Matteo Gallus al violino, Riccardo Sanna alla fisarmonica e Andrea Lai al contrabbasso.

 

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito ufficiale dell’artista (www.jacopocullin.com) e i canali del Circuito Boxoffice Sardegna.

  

L’ARTISTA – Jacopo Cullin è un attore e regista cinematografico italiano. Ha partecipato nel ruolo di protagonista a numerose serie tv prodotte da Rai e Mediaset è recentemente apparso nel ruolo di coprotagonista nella seconda stagione della serie tv di Rai1 “Le indagini di Lolita Lobosco”, affiancando Luisa Ranieri, con le regia di Luca Miniero. Sul grande schermo è stato protagonista di svariate pellicole di successo come “L’Arbitro” e “L’Uomo che Comprò la Luna” di Paolo Zucca, “La Stoffa dei Sogni” di Gianfranco Cabiddu e “La Buca” di Daniele Ciprì. Come regista ha realizzato numerosi cortometraggi premiati in diversi festival italiani, spot pubblicitari e campagne per il sociale, dirigendo nel 2013 il cortometraggio Special Olympics e Gigi Riva per l’apertura dei giochi estivi Special Olympics. A teatro si è esibito nei più importanti palcoscenici isolani con gli spettacoli “Sei in me!”, “Non ricordo nulla” e l’attuale “È inutile a dire!”.



 

Jacopo Cullin

 www.jacopocullin.com

Facebook

Instagram

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14763204

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata