Dal 19 al 22 luglio Narcao (Sud Sardegna) la trentatreesima edizione del festival Narcao Blues con Ben Poole, Vanessa Collier, Sugaray Rayford, GA-20, Joanna Connor, Nikki Hill, Lehmanns Brothers e Carolyn Wonderland.

Biglietti e abbonamenti in prevendita dal 19 giugno.

*

Narcao Blues soffia sulle trentatré candeline: dal 19 al 22 luglio ritorna nel cuore del Sulcis il più longevo festival blues in Sardegna, uno degli appuntamenti più attesi dell’estate musicale isolana; un appuntamento che fin dal nome richiama il forte legame con Narcao, il paese (a sessanta chilometri da Cagliari e sedici da Carbonia) dove è di casa già dalla prima edizione, datata 1989, e dove ha sede l’associazione culturale Progetto Evoluzione che lo organizza e promuove.

Tanti gli artisti saliti sul palco allestito da sempre in piazza Europa nell’arco di oltre tre decenni: nomi di primo piano della scena blues internazionale, come Michael Coleman, Popa Chubby, Canned Heat, Mick Taylor, Eric Sardinas, John Mayall, Peter Green, Larry Carlton, James Cotton, Roland Tchakounté, Lucky Peterson, Luke Winslow-King, Billy Gibbons, Otis Taylor, Eric Gales, Toby Lee, Samantha Fish, Kris Barras, Robben Ford e Bill Evans, tra gli altri. Un lungo e prestigioso elenco destinato a crescere con gli ospiti in arrivo a Narcao nelle quattro serate musicali del prossimo luglio (tutte con inizio alle 22): l’inglese Ben Poole, i francesi Lehmanns Brothersgli statunitensi Vanessa CollierGA-20Sugaray RayfordJoanna ConnorNikki Hill e Carolyn Wonderland. E ogni sera, al termine dei concerti sul palco centrale, ancora musica dal vivo nello spazio dopofestival in località Santa Croce.

«Siamo molto contenti di essere riusciti anche per questa edizione del festival a creare un cartellone con proposte di qualità, che conferma la vocazione internazionale del Narcao Blues», spiega Francesco Musa, presidente dell’associazione culturale Progetto Evoluzione. «Ancora una volta tutte le sfaccettature del blues troveranno la loro espressione – questo grazie alla direzione artistica di Gianni Melis – con un calendario che spazia dal classico blues, ai ritmi del soul e del funk, passando per il Chicago sound, in un mix di artisti affermati ed emergenti di sicuro interesse. Siamo felici di essere riusciti a recuperare il concerto di Carolyn Wonderland – che saltò lo scorso anno – per regalare al nostro pubblico una chiusura di festival con la leggendaria chitarrista scelta personalmente da John Mayall per i suoi Bluesbreakers. Vi aspettiamo al Narcao Blues!»

Organizzato dall’associazione culturale Progetto Evoluzione con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e della Fondazione di Sardegna, con il patrocinio del Comune di Narcao, e la collaborazione del Parco Geominerario Storico Ambientale della Sardegna.

    • Al via il 19 luglio

L’onere e l’onore di inaugurare la trentatreesima edizione del festival internazionale Narcao Blues, mercoledì 19 luglio alle 21:30, spetterà al chitarrista e cantante inglese Ben Poole, giovane stella del firmamento blues internazionale. Cresciuto tra gli strumenti musicali, grazie al padre musicista, Poole si è fatto notare subito per i suoi live elettrizzanti, che gli sono valsi la segnalazione della rivista specializzata Total Guitar, che l’ha inserito tra i chitarristi “da tenere d’occhio” nel 2010. Due anni dopo ha partecipato all’European Blues Challenge a Berlino, piazzandosi al terzo posto. Da quel momento in poi la sua carriera è progressivamente decollata, portandolo a conquistare il riconoscimento di “Best Newcomer” della rivista Blues Matters!, seguito dall’incisione del suo album di debutto, Let’s Go Upstairs, prodotto dal vincitore del Grammy Isaac Nossel.

Alle 23, per il secondo set della serata, riflettori puntati sulla sassofonista e cantante statunitense Vanessa Collier. Artista poliedrica e prorompente, dopo aver conseguito la doppia laurea al prestigioso Berklee College of Music di Boston, ha inanellato numerosi riconoscimenti, tra cui ben nove nominee ai Blues Music Awards, i Grammy del Blues, la conquista nel 2019 e nel 2020 del BMA come “Best Horn Player of The Year” (Miglior musicista per uno strumento a fiato), e nel 2022, sempre ai BMA, il premio “Best Contemporary Blues Female Artist”. Acclamata dal pubblico e apprezzata dalla stampa, capace di dare vita a trascinanti performance dal vivo in cui intreccia funk, rock e blues, con la sua voce soul e l’energia del suo sassofono, Vanessa Collier rappresenta il volto nuovo della scena blues americana.
 

    • Giovedì 20 luglio la seconda serata

Ad accogliere degnamente il pubblico di Narcao Blues, giovedì 20 luglio, ci penseranno i GA-20, un trio capace di scavare fino alle radici del blues, trovando una personalissima sintesi che abbraccia con gusto e originalità country e rock’n’roll. Il leader Matt Stubbs (voce e chitarra) ha accompagnato per anni il bluesman Charlie Musselwhite, avendo il privilegio di condividere il palco con stelle del blues come James Cotton e John Hammond. Il progetto GA-20 nasce a Boston quando incontra Pat Faherty (voce e chitarra) e la loro comune passione per il sound del traditional blues e il rock’n’roll li convince della necessità di creare un movimento che riporti il sound del blues nuovamente al centro dei riflettori. Con loro, a completare la line-up della band che il Boston Herald definisce “magical blues trio”, il batterista Tim Carman.

Nella seconda parte della serata piazza Europa si illuminerà per quella che viene considerata una delle voci soul blues più importanti del panorama musicale statunitense: Sugaray Rayford, artista dalla carriera costellata di riconoscimenti, tra i quali una nomination ai Grammy per “Somebody Save Me”, il suo album del 2020 con cui ha vinto due tra i più importanti riconoscimenti ai Blues Music Awards, quelli di B.B. King Entertainer e Soul Blues Artist of The Year (quest’ultimo ottenuto per due anni consecutivi). In Sardegna presenterà i brani del suo ultimo disco, “In Too Deep”, prodotto da Eric Corne (già produttore del leggendario John Mayhall), che lo scorso maggio è stato eletto album soul blues dell’anno alla quarantaquattresima edizione degli annuali Blues Music Awards.
 

    • Il programma della terza serata, venerdì 21 luglio

Il blues a stelle e strisce sarà ancora protagonista venerdì 21 luglio: a calcare per prima il palco, alle 21:30, sarà la talentuosa chitarrista e cantante Joanna Connor, portabandiera del blues di Chicago, città nella quale ha studiato, condividendo il palcoscenico con John Littlejohn e diventando componente stabile della 43rd St Bluesband che suonava al Checkerboard Lounge di Buddy Guy. Nel corso della sua carriera Joanna Connor ha condiviso la scena con lo stesso Buddy Guy, Otis Rush, B.B. King, Jimmy Page, Robert Cray, ZZ Top, Robben Ford, Joe Cocker, Pinetop Perkins, Junior Wells, Koko Taylor e molti altri. Il suo incredibile talento e i suoi riconoscibilissimi assoli con lo slide, l’hanno iscritta di diritto tra le grandi interpreti del blues contemporaneo, oltre a fare di lei una vera e propria istituzione a Chicago.

Un’altra artista dalla straordinaria energia musicale saprà coinvolgere il pubblico di piazza Europa nel secondo concerto in scaletta: alle 23 microfoni aperti per Nikki Hill, cantante dotata di una cultura musicale che l’ha portata a studiare, approfondire e sperimentare svariati linguaggi, come l’R&B, il soul, il pop, spingendosi fino all’Hip-Hop. Crescendo, ha sviluppato una forte passione per il garage rock, il rock and roll e il blues and roots. Tutte queste influenze che Nikki Hill sublima in uno stile unico, trovano nella sua voce l’indiscussa protagonista. Dopo aver autoprodotto il suo esordio discografico, la cantante originaria della North Carolina ha iniziato a collaborare con un numero sempre maggiore di artisti, ottenendo un successo internazionale con il secondo album, “Heavy Hearts Hard Fists”, accompagnato da un tour mondiale con esibizioni in più di trenta festival, inclusi il Montreux Jazz Festival e il Byron Bay Blues Festival. Ad affiancarla a Narcao ci saranno Matt Hill e Laura Chavez alle chitarre, Nick Gaitan al basso e Marty Dodson alla batteria.
 

    • Giù il sipario sabato 22 luglio

L’ultima giornata del festival, sabato 22 luglio, si aprirà con il blues esplosivo e pirotecnico dei Lehmanns Brothers, formazione che deve il suo nome alla Avenue Lehmann, la strada nella città francese di Angoulême dove, nel 2012, un gruppo di studenti liceali si trovavano in un piccolo garage per condividere la comune passione per la musica afroamericana. Influenzati da artisti come Prince, Ghost-Note e D’Angelo, questi ragazzi francesi rivisitano a modo loro il jazz-funk degli anni ’70, instillandoci variazioni provenienti da hip-hop, house e new soul. Con tre EP al loro attivo, portano nei loro spettacoli solo brani originali, composti dai membri fondatori della band, il tastierista e cantante Julien Anglade, il chitarrista Alvin Amaizo e il bassista Clement Jourdan. Ad accompagnarli Dorris Biayenda alla batteria e alle percussioni, Jordan Soivin al trombone e Jonas Muel al sax tenore. Nonostante la giovane età, i Lehmanns Brothers hanno aperto concerti per mostri sacri della scena musicale mondiale, come Maceo Parker, Fred Wesley e il Wu-Tang Clan.

Alle 23.00, prima del sipario finale, piazza Europa verrà illuminata da Carolyn Wonderland, stella nel firmamento del blues internazionale, cantante, cantautrice e polistrumentista originaria di Houston, nel Texas. La sua carriera decolla prestissimo, e sono ben dodici gli album in studio prodotti con la sua band e come solista. È il 2018 quando arriva per lei uno dei più grandi riconoscimenti: il leggendario John Mayall la sceglie come chitarrista solista dei suoi Bluesbreakers, prima e unica donna a ricoprire quel ruolo che in passato era stato di autentici mostri sacri del calibro di Eric Clapton, Mick Taylor, Peter Green, Coco Montoya e Walter Trout. Tante le collaborazioni di rilievo che arricchiscono il suo bagaglio professionale, da Buddy Guy a Johnny Winter, passando per James Cotton e i Los Lobos. Carolyn Wonderland ha passato gli ultimi anni in tour con John Mayall e recentemente si è unita come prima guitar-hero donna alla storica etichetta Alligator Records, sotto la quale ha composto il suo ultimo album, Tempting Fate, uscito nell’ottobre del 2021.
 

    • Biglietti e abbonamenti

Il biglietto per ciascuna serata costa 15 euro, l’abbonamento per l’intero festival 35 euro. A tutti i prezzi vanno aggiunti i diritti di prevendita. Biglietti e abbonamenti si possono acquistare dal 19 giugno online e nei punti vendita del circuito Boxoffice Sardegna, nel sito www.narcaoblues.it e presso la sede dell’associazione culturale Progetto Evoluzione, in via Carbonia, 11 a Narcao. Per informazioni, la segreteria del festival risponde all’indirizzo di posta elettronica infoblues@narcaoblues.it e al numero 0781 87 50 71.
 

    • Progetto Evoluzione, blues dal 1989

Narcao Blues prende vita nel 1989 per iniziativa dell’associazione culturale Progetto Evoluzione, nata l’anno prima con l’obbiettivo di contribuire alla crescita e lo sviluppo socioculturale del Sulcis, con una particolare attenzione verso i giovani. Oltre al festival, vari progetti paralleli sono nati nel corso del tempo, dal South In Blues alla Gospel Explosion (rassegna itinerante che si tiene a dicembre, quest’anno alla sua ventunesima edizione), e poi seminari e conferenze per le scuole: iniziative che dimostrano come l’attività dell’associazione culturale Progetto Evoluzione e del suo staff sia in continua crescita ed espansione, nonostante le difficoltà e le sfide che si presentano ogni anno. Di recente, Narcao Blues si è anche messo in luce per essere uno dei festival fondatori dell’Italian Blues Union, l’unione degli organizzatori e appassionati di blues dello Stivale. L’associazione fa capo alla più estesa European Blues Union, realtà che riunisce al suo interno ben ventitré nazioni.

* * *

Associazione culturale Progetto Evoluzione
via Carbonia, 11 – 09010 NARCAO (CI)
tel/fax: 0781 87 50 71 / e-mail: infoblues@narcaoblues.it
www.narcaoblues.it
www.facebook.com/narcao.blues
www.twitter.com/narcao_blues

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779583

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details