Domani Venerdì 15 Settembre, s’Inaugura a Quartucciu un teatro speciale: si tratta del Teatro di terra realizzato da il Crogiuolo nel suo orto giardino (in via Goffredo Mameli) nell’ambito del progetto di promozione sociale Mariposa de Cardu, i in memoria dell’insegnante e volontaria dell’associazione Oltre le sbarre, Luisa Atzeri.
Da domani (venerdì 15 settembre) a domenica (17 settembre) l’orto urbano nato nelle campagne di Su Idanu, ospita tre serate all’insegna del teatro, con due debutti nell’Isola, del cinema e della natura (è obbligatoria la prenotazione al numero 3348821892).
Apre la rassegna domani (venerdì 15 settembre) alle 19.15 Giancarlo Murranca con un estratto dello spettacolo di Grazia Dentoni, Il signore degli anellidi, accompagnato da Maurizio Camba che regalerà al pubblico lombrichi da compostaggio.
Alle 19.30 Lorenza Zambon, direttrice artistica della compagnia astigiana La casa degli alfieri,è di scena per la prima volta in Sardegna col nuovo spettacolo La dama degli Argonauti: il ritratto, la storia di “Lady Power”, ovvero la naturalista e viaggiatrice Jeannette Villepreux Power (1794-1871). “Poco a poco mi si è ricomposto davanti il filo della sua incredibile vita”, scrive Lorenza Zamboni nelle note di regia dello spettacolo, “una storia che inizia proprio come una favola classica ma poi ha sviluppi imprevedibili mentre lei si trasforma, passo passo, dalla piccola Lilì nata in un modesto paesino della Francia in Jeannette, abilissima ricamatrice, poi in Lady Power infine nella Dama degli argonauti, la prima donna ricercatrice di storia naturale che lavorò in Sicilia, indomita viaggiatrice, inventrice dell’acquario, pioniera della biologia marina”.
L’appuntamento teatrale è anticipato da una passeggiata ecologica verso Su Idanu a cura della direttrice artistica del crogiuolo Rita Atzeri, dell’ingegnere ambientale Vania Erby e Daniela Spanu, in direzione Orto Giardino con ritrovo alle 18 ai parcheggi del cimitero (iniziativa a numero chiuso per una massimo di 15 persone).
L’indomani, sabato 16 settembre, la serata comincia alle 18.30 con il maestro burattinaio de Is Mascareddas Tonino Murru, in scena nello spettacolo Anima e Core, scritto e diretto a quattro mani con Donatella Pau.
La serata prosegue con la visione alle 20 del film di Enrico Pau Jimmy della collina (2008, ‘90) basato sul romanzo omonimo di Massimo Carlotto: nel film con gli attori Nicola Adamo e Valentina Carnelutti, Francesco Origo, attore e regista genovese, indimenticabile anima della compagnia cagliaritana cajka scomparso lo scorso anno, interpreta Don Ettore Cannavera.
Battute finali della rassegna domenica 17 settembre alle 19.30 con un autore e interprete d’eccezione: Pino Petruzzelli. Il drammaturgo, scrittore, regista, attore, fondatore a Genova con Paola Piacentini del Centro Teatro Ipotesi, porta in scena Storie di uomini e di vini, la straordinaria storia di Dionigi, il vignaiolo che ha saputo dare concretezza al sogno e, attraverso le sue continue lotte, arrivare a creare un’eccellenza da una terra avara.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14771670

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details