Federica Moi contralto

Sonia Prina,  cantante lirica dalla voce di contralto,  che  si è rapidamente affermata come uno dei principali della sua generazione, per la prima volta vestirà i panni di direttore d’orchestra. Lo farà in un concerto che l’ha vista tante volte come protagonista : Il Messiah di G.F. Haendel.

A ricoprire quel ruolo, in questa nuova produzione, sarà il contralto cagliaritano Federica Moi. Con lei canteranno il soprano Jayu Jin, il tenore Ge Binyuan, il basso Francesco Masilla, accompagnati dall’Orchestra barocca delle Marche.

Il concerto si terrà il 23 dicembre a Loreto al Palazzo apostolico alle ore 19,00 ingresso libero

Il contralto S onia Prina, dopo essersi diplomata in canto e tromba presso il Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano, è stata ammessa all’Accademia dei Giovani Cantanti del Teatro alla Scala. Ha fatto il suo debutto sul palcoscenico operistico alla Scala a soli 23 anni nel ruolo di Rosina ne Il Barbiere di Siviglia diretta da Riccardo Chailly e con la partecipazione il giovane Juan Diego Flórez nel ruolo di Almaviva.

Grazie alla sua voce unica, Sonia ha ricevuto riconoscimenti internazionali e ha vinto numerosi premi tra cui il Premio della critica musicale italiana “Franco Abbiati” nel 2006 e il Premio “Tiberini d’Oro” nel 2014, entrambi nominandola “Miglior cantante dell’anno“.

I momenti salienti della sua carriera includono i ruoli principali nell’Ascanio in Alba di Mozart (Festival di Salisburgo) e in di Gluck. Ezio (Opera di Francoforte). È stata Clarice nella Pietra del paragone di Rossini (Théâtre du Châtelet, Parigi) e Isabella ne L’Italiana in Algeri (Teatro Regio, Torino). Ha eseguito La Resurrezione con i Berliner Philharmoniker diretti da Emmanuelle Haïm, il Requiem di Mozart. con Antonio Pappano all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia a Roma e la 9a Sinfonia di Beethoven alla Royal Albert Hall per i BBC Proms.

Particolarmente appassionata di Händel, Sonia ha cantato i ruoli principali in Giulio Cesare (Parigi, Dresda, Torino), Orlando (Sydney, Parigi, Dresda), Tamerlano (Monaco di Baviera), Amadigi (Napoli), Rinaldo (Zurigo, Milano, Glyndebourne), Silla (Roma, Bucarest, Yokohama). Ha interpretato anche Bradamante in Alcina (Parigi, Vienna, Monaco, Amburgo, Bordeaux), Polinesso in Ariodante< /span> di Händel al Musikverein di Vienna sotto la direzione di Erwin Ortner e alla Philharmonie di Parigi sotto la direzione di Hervé Niquet.Messiah (Bruxelles, Bucarest, Londra). Ha cantato il Aci, Galatea e Polifemo (San Francisco, Houston) , Galatea in Serse (Chicago), Amastre in Rinaldo (Londra, Vienna), Goffredo in Rodelinda (Aix-en-Provence, Barcellona, ​​San Francisco), Bertarido in

Altri capolavori barocchi sono Farnace di Vivaldi (Madrid, Venezia) e Teuzzone< a i=4> (Liceu, Barcellona) con Jordi Savall, Ottone in villa con Diego Fasolis (La Fenice), Juditha Triumphans con Jean-Christophe Spinosi (Théâtre des Champs-Elysées di Parigi), Vergine addolorata di Scarlatti con la regia di Fabio Biondi (Staatsoper Berlin) e Semele di Hasse con Claudio Osele (Theater an der Wien).

Oltre al periodo barocco, Sonia Prina si è distinta nel repertorio romantico e postromantico. Ha cantato Mistress Quickly in Falstaff con i direttori Donato Renzetti e Riccardo Frizza (Berlino, Parma, Torino); Smeton in Anna Bolena (Barcellona) al fianco di Edita Gruberová ed Elina Garanca; La Maman, La Tasse chinoise, La Libellule in L’Enfant et les Sortilèges (Palermo e Napoli); Federica in Luisa Miller (Barcellona). Sotto la guida di Zubin Mehta, è apparsa nella prima mondiale di Chansons populaires pour voix et petit ensemble del compositore francese contemporaneo Marc-André Dalbavie per il Teatro di Firenze. Opera.

Nel 2017/2018 è stata artista residente alla Wigmore Hall di Londra, dove è stata invitata nuovamente anno dopo anno dal 2012.

La vasta discografia di Sonia comprende diverse opere di Händel – Il Trionfo del Tempo e del Disinganno, La Resurrezione (Vergine,) Lotario (DHM), RodelindaOttone in villa di Handel (ruolo del titolo ), così come l’album solista “Heroes in Love” dedicato a Gluck che include alcune registrazioni in prima mondiale.Silla e Catone (Naïve). Per l’etichetta Glossa, Sonia ha pubblicato La Pietra del paragone (Opus Arte) in cui canta i ruoli principali, così come Rinaldo (Deutsche Grammophon) e Ascanio in Alba. Appare nei seguenti DVD: Ezio (Erato) di Monteverdi e il ruolo principale in Orfeo e l’album solista “Arie Ritrovate” (Naïve). Sonia ha anche registrato , il ruolo del protagonista in L’Olimpiade, La Senna festeggiante (Erato) – e di Vivaldi: Ezio (Deutsche Grammophon),

La stagione 2023/2024 vedrà Sonia interpretare Matilda nell’Ottone di Händel per l’Händel Festival Karlsruhe e il ruolo principale nell’ di Vivaldi. Giuditha trionfa a Cremona, entrambe sotto Carlo Ipata. Canterà il ruolo della protagonista nell’Orlando furioso di Vivaldi in una produzione di Diego Fasolis/Fabio Ceresa alla Fenice e Alcina nella stessa opera a Ferrara e Modena.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14776870

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details