2 Responses

  1. Un altro colore della musica… Il Jazz…
    Ebbene notare come il carattere degli interpreti incida e condizioni l’opera…
    Nel caso di Milena l’esibizione risulta TIMIDA anche se di qualita’
    Nel caso di Gea l’esibizione, nonostante la giovane eta’ risulta molto DECISA.
    La familiarita’ che ha del pezzo le consente di non dare mai segnali di insicurezza durante l’esecuzione.
    Non abbassa mai lo sguardo, e’ completamente disinvolta.
    I movimenti sono ben coordinati al Tempo riuscendo a non perdere Mai l’intonazione.
    Un piccolo peperino.

  2. Diceva il grande Virgilio Savona leader del Quartetto Cetra, lo swing è l’anima del jazz non si impara, non si spiega e non si insegna…..o ce l’hai dentro nel dna o non lo avrai mai!! Gea è la dimostrazione palese di questo; interpretando Cheek to Cheek, ci ha fatto rivivere le grandi emozioni che solo Ella Fitzgerald ci dava

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779165

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details