Il monologo di Rita Atzeri

Ieri sera ho assistito al secondo appuntamento della rassegna Il giardino dei Gelsi,   “Cassandra Ventiventi”,  al suo debutto cagliaritano .  Unica interprete Rita Atzeri,  accompagnata da Antonio Pinna alle percussioni. Il nuovo spettacolo prodotto da Il Crogiuolo in collaborazione con la compagnia Botti du schoggiu, è stato scritto e diretto da Susanna Mannelli su ispirazione del romanzo “Cassandra” di Christa Wolf.

 Rita Atzeri per un’ora intera ha tenuto alta l’attenzione degli spettatori emozionando con la sua voce e impostazione della vecchia scuola teatrale (sonorissima quasi da pensare ad un’amplificazione meccanica che non c’era) e dalla dizione perfetta. Nel corso della rappresentazione non ha avuto mai un cedimento, anzi è andata in crescendo raggiungendo l’apice quando, oltre che recitare, ha danzato vorticosamente come a simulare  un momento di estrema follia.

A sottolineare gli stati d’animo del personaggio c’era il percussionista Antonio Pinna , che, con una varietà di strumenti utilizzati anche in manera non convenzionale (un archetto di violino traeva sonorità da un piatto della batteria), ha saputo dare maggiore risalto ai vari momenti del monologo.

Lunghi applausi meritatissimi, da un pubblico che ha gremito la nuova sala di Casa Saddi. Replica stasera  sempre alle ore 20,30, a Casa Saddi, in via Enrico Toti n.24.  prenotazioni al n.3348821892

Per maggiori dettagli riguardanti il testo di Cassandra Venti Venti , vi invito a leggere  la recensione di Ignazio Salvatore Basile .

Nelle foto alcuni momenti della serata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.