Il 25 Giugno al teatro dei Salesiani di Cagliari si è tenuta la 34^ edizione del Festival Internazionale della Sardegna. Un festival nato con l’intento di divulgare la musica e il canto tra i giovanissimi anche nel  ricordo della mitica direttrice dell’Antoniano di Bologna Mariele Ventre. Per 32 edizioni la sede è stata  Uta (CA). Per la prima volta lo scorso anno, la manifestazione si è svolta a Cagliari nella sede del Palazzo Siotto, nel centro storico della città.

Il Festival nasce nel 1989 come Festival Canoro Città di Uta, ideato e organizzato da Susanna Mallei. Centinaia di ragazzi preparati da Maria Giovanna Mallei si sono esibiti , sino al 2006, anno in cui è avvenuta la prematura scomparsa. il Festival ha avuto un anno di stanbay , lasciando a quanti l’hanno conosciuta un profondo dolore .
Nel 2008 sua sorella Susanna Mallei , riprende l’insegnamento del canto e la realizzazione del Festival, istituendo, in suo ricordo, ” il premio Maria Giovanna Mallei “, assegnato al più meritevole della serata, indicato/a da una giuria imparziale di musicisti e insegnanti esperti. Il Festival Internazionale ha come obiettivo quello di promuovere lo scambio culturale e musicale ,con Artisti, Insegnanti, Direttori , Scuole di Musica , con un unico obbiettivo, consolidare l amicizia e fratellanza attraverso la musica ed il canto, tra i concorrenti dei

 

ivarie nazionalità.  Nell’edizione del.2016 si aggiunge il premio “Mariele Ventre”. Ospite la sorella dell’indimenticabile maestra dello Zecchino d’oro Mariele Ventre, – Maria Antonietta Ventre.

Dallo scorso anno è stato istituito il premio  Stelle e Umanità che viene assegnato a coloro che si sono distinti, oltre che nel campo della musica e dell’arte, in campo umanitario, portando con onore, il nome della Sardegna nel mondo.
In questa edizione hanno ritirato il “Premio Stelle e Umanità”: Carla Cocco, Gisella Gaudenzi, Maria Giovanna Caria, Alessandra Atzori ,Tommy Miglietta, (che non era presente in quanto sotto contratto RAI)
 Compagni di viaggio del Festival, anche per questa edizione è stata la Fondazione Mariele Ventre e il Festival Euro Music Vision – “Veronica Arts”. Madrina dell’evento: Adriana Marchese.
Media-partner: ICN RADIO NEW YORK. La radio tutta italiana a NY di mr.Anthony Pasquale.
Ha presentato Max Carta

Il fulcro del festival , come detto in precedenza , era il concorso canoro che ha visto partecipare concorrenti da 8 diversi paesi: Romania, Bulgaria, Albania, Cuba, , Russia, Tunisia, Portogallo, Italia. Una commissione ha valutato tutti i concorrenti in base all’età (dai 4 ai 17 anni) e allo stile: dal pop, al folk, dal blues, al melodico. La commissione era formata da

Presidente di Giuria: Clarinettista e Docente di Clarinetto M. Nicola Pisu
Soprano, Insegnante di Canto e Blogger Musicamore Alessandra Atzori
Pianista, Docente di Pianoforte M. Elisabetta Basciu
Soprano, Insegnante di Canto Olimpia Urtz
Autrice, Soprano, Direttrice Euro Music Vision M. Adriana Marchese
Alcuni concorrenti che non hanno avuto il visto per raggiungere l’italia, si sono presentati online.

Tanti gli ospiti della serata tra cui l’on. Salvatore Deidda che nel suo intervento ha evidenziato l’importanza della musica e del canto nei giovani incoraggiando le famiglie a non trascurare questa passione dei figli instradandoli  alla cultura della musica e del canto. Una scelta non semplice, da sostenere nel tempo, e non solo per lo Zecchino d’Oro come ha giustamente sottolineato Gisella Gaudenzi, autrice e studiosa di canto corale della Fondazione Ventre.

Si sono poi esibiti alcuni  cantanti sardi: il soprano Chiara Loi accompagnata dal pianista Valerio Carta; Mattia Sanna col suo inedito IPNOTICA; la cantante Marta Tronci col suo inedito Nata Libera e il Piccolo coro di San Sperate diretto da Giovanna Caria.

Gli allestimenti erano a cura della Home Stager Susanna Maccioni, fonico Service Toni Live

I NOMI DEI VINCITORI

Sezione Live-Pop 14-16 anni: Francesca Puggioni, Roberta Toma, Maria Pili

LIVE-POP 9-12 anni: Noemi Olla

LIVE ETNO: Letizia Pisu, Maria Pili, Roberta Toma

ONLINE: 1) Anna Kodra (Albania), 2)Darena Staneva (Bulgaria) ex equo Alex Ivanova (Bulgaria), 3) Teodora Voicescu, ex equo Viktoria Grancheva, Bulgaria

Premio Mariele Ventre:  Noemi Olla, Nicole Secci, Bianca Damu

 

Diplomata in canto lirico, già  soprano- artista del coro presso il Teatro Lirico di Cagliari per 35 anni, insegna canto da quasi 40. Ha dedicato la sua arte agli ultimi cantando e organizzando concerti e serate nelle case di riposo ,  nei centri sociali negli ospedali , anche a favore di raccolte fondi per giuste cause. Molti suoi allievi hanno intrapreso carriera solistica cantando in  prestigiosi teatri del mondo tra cui il Teatro alla Scala . ha insegnato canto a persone con problemi di salute mentale e dipendenze. Ha tenuto conferenze per quasi 5 anni, sulle opere liriche presso il dipartimento di neuropsichiatria di Via Romagna , invitando poi a seguire le prove generali dal vivo in collaborazione col teatro Lirico stesso

Ha fondato il blog Musicamore, di cui è unico amministratore, il primo che ha diffuso la vita dietro le quinte di un  Teatro Lirico , raccogliendo testimonianze e video-interviste realizzate in prima persona, con famosi direttori d’orchestra, cantanti, registi, costumisti e danzatori. Con quasi 15 milioni di visualizzazioni, diffonde la cultura della musica e delle arti in tutto il mondo da 17 anni

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14775377

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details