non zittite l'arte in ItaliaSul pulmann, al rientro  dal lavoro, dopo uno dei tanti concerti decentrati, mi veniva da fare delle considerazioni.

Siamo ancora nell’anno dei festeggiamenti dell’Unità d’Italia, e mai come quest’anno mi sono resa conto di come la nostra musica sia un grande mezzo d’unità, d’unità fra popoli, ma in questo caso fra regioni  italiane.
La stanchezza ha preso il sopravvento facendomi chiudere gli occhi durante il tragitto. Ho ascoltato le inflessioni della lingua parlata dai diversi colleghi che facevano le considerazioni sul concerto appena svolto e non solo.  Il coro, quello dove svolgo la mia professione è un coro formato da artisti di tante regioni italiane del nord, del centro e del sud. Era bello ascoltare questa miscellanea di lingue!
Sentivo la collega napoletana che descriveva alla collega  veneta la ricetta della pastiera; quello romano che discuteva di tecnica del canto col collega nuorese; la collega pugliese sindacalista si confrontava con la collega sindacalista cagliaritana; il collega siciliano descriveva orgoglioso la sua collezione antica di santini al collega triestino.

Un’insieme di suoni così armonioso che mi ha rilassato e soddisfatto al pensiero che eravamo tanti così diversi nelle origini ma insieme e uniti in un’unica causa: la musica; quella musica, parte della nostra cultura italiana tanto bistrattata da molti politici del nostro governo  che la vorrebbero far sparire ma, nonostante tutto, riesce ancora a stare a galla e ad emozionare.

La cultura rende un popolo facile da guidare, ma difficile da trascinare; facile da governare, ma impossibile a ridursi in schiavitù.

Henry Brougham

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14763407

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata