Chissà quante volte avrete sentito la musica suonata da questo strumento chiamato Qanun o Kanun. Tra i più famosi suonatori c’è un grande artista turco , Ahmet Baran che qualche mese fa   si è esibito a Roma .
Il qanun, o kanun, è uno strumento cordofono a 78 corde della tradizione classica araba/turca poco diffuso in Europa. Consiste in una cetra trapezoidale, con numerosi cori di corde tesi su un piano armonico di pergamena.
La lunghezza delle corde può essere modificata prima dell’esecuzione agendo su piccoli capotasti metallici, cambiando così accordatura in funzione della scala prescelta.
Le corde vengono pizzicate tramite due grossi plettri di corno.
Il qanun ha nella didattica musicale araba, greca e turca la stessa funzione che il monocordo ha rivestito in quella medioevale occidentale, di strumento pratico per l’apprendimento degli intervalli.
Venne introdotto in occidente nel medioevo, con il nome di cannone.
Nella storia è conosciuto come uno strumento ipnotico, suonabile da sole donne; alla fine dell’800 passò alla storia come strumento sacro, perché si narra che durante un’onoranza funebre una damigella lo suonò ed il defunto prese immediatamente vita.
Ascoltate questa versione della Marcia alla Turca di Mozart suonata con questo strumento

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14763204

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata