Prime anticipazioni sulla venticinquesima edizione del festival Dromos  appuntamento immancabile dell’estate musicale in Sardegna:  i Manhattan Transfer in concerto il 29 luglio a Oristano

Stefano Bollani in piano solo il 10 agosto a Neoneli (Or).


*
Manhattan Transfer in concerto il 29 luglio a Oristano nella bella cornice della piazza Duomo, e Stefano Bollani in piano solo il 10 agosto a Neoneli (Or): il festival Dromos, appuntamento immancabile e tra i più attesi dell’estate musicale in Sardegna, svela i primi due nomi nel cartellone della sua prossima edizione, la numero venticinque.

L’ensemble vocale statunitense sbarcherà nell’isola sull’onda del nuovo disco Fifty, pubblicato l’anno scorso (su etichetta Concord), una raccolta di intramontabili successi ripresi da album ormai storici come “Brasil”, “The Junction”, “Extensions”, “Coming Out”, “The Offbeat of Avenues” e “Pastiche”, affiancati da brani inediti. Un disco, registrato con il sontuoso apporto dell’orchestra WDR Funkhausorchester, che celebra il mezzo secolo di storia musicale dei Manhattan Transfer: una storia costellata di riconoscimenti, come l’inserimento nella Vocal Group Hall of Fame e la conquista di ben otto Grammy Awards, e che prosegue anche dopo la scomparsa, nel 2014, del fondatore del quartetto, Tim Hauser, attraverso le voci di Janis Siegel, Alan Paul (entrambi titolari dagli esordi del gruppo nel 1972), Cheryl Bentyne (dal 1979) e Trist Curless (dal 2014).

Recentemente insignito del David di Donatello come miglior compositore (per il film di Francesco Lagi “Il pataffio“), anche Stefano Bollani approderà in Sardegna reduce dall’ultimo lavoro discografico, l’album di inediti “Blooming“, pubblicato per la Sony lo scorso aprile. Sul palco di Dromos proporrà il suo concerto in piano solo, un one man show che è un vero e proprio viaggio tra i tasti del pianoforte, capace di fondere sapientemente i generi musicali e di nutrirsi di tutti quei momenti magici con artisti straordinari che il pianista nativo di Milano ha incontrato sui palchi di tutto il mondo. Una sorta di laboratorio creativo, dunque, portato in scena seguendo il flusso di coscienza musicale che spazia dal jazz ai suoni brasiliani, a Carosone, fino ai brani inediti, appunto, alcuni dei quali sono stati anticipati durante la trasmissione cult di Bollani e Valentina Cenni “Via Dei Matti numero Zero”, che tanto ha entusiasmato il pubblico a casa e la critica.

biglietti, a 25 euro in entrambi i casi (più diritti di prevendita), si possono acquistare tramite il sito www.dromosfestival.it. Attivo il Bonus Cultura (Carta Docente e 18app) e la Carta Giovani Sardegna (sconto del 20%).

 
In programma nel consueto periodo da fine luglio a metà agosto, e snodandosi come sempre in varie tappe sul territorio oristanese, Dromos celebra quest’anno la sua edizione numero venticinque sotto il titolo “People”; titolo che rimanda al tema del ripopolamento culturale, perché, come scrive la critica d’arte Anna Rita Punzo, «DROMOS 25 non è la mera autocelebrazione di un festival che guarda a se stesso, ma la nuova tappa di un cammino comunitario pluriennale che coniuga espressioni e linguaggi artistici multietnici, sostenibilità ambientale e inclusione sociale, al fine di stimolare processi di cooperazione e partecipazione attiva che agiscano come forze centripete per il ripopolamento socio-culturale dei territori marginali. (…) People dunque non è un banale slogan, una semplice scelta tematica ma un manifesto, una visione lungimirante, l’imperativo etico perseguito da chi, venticinque anni fa, ha scelto di porre la comunità al centro di un progetto a più voci che, come in una articolata composizione polifonica, confluiscono in un’unica e armoniosa sinfonia.»


Ben radicato nel suo territorio ma aperto al mondo, Dromos andrà come sempre in scena nei più suggestivi spazi urbani o naturali dei centri e delle località che compongono il suo circuito, con il contributo del MiC – Ministero della Cultura, dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e dell’Assessorato del Turismo, Artigianato e Commercio della Regione Autonoma della Sardegna, della Fondazione di Sardegna, del Banco di Sardegna, della Fondazione Mont’e Prama, delle Amministrazioni dei Comuni di Oristano, Morgongiori, Bauladu, Neoneli, Fordongianus e Nureci, della Fondazione Oristano, della Ros’e Mari Farm & Green House, dell’Associazione culturale Viva Mandrolisai, della Cantina Bingiateris di Ortueri, con la collaborazione della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna, del Centro Servizi Culturali U.N.L.A. di Oristano, della Music Academy Isili, della soc. coop. Mariposas de Sardinia, del tour operator ViaggieMiraggi, di Radio Popolare, dell’Arcidiocesi di Oristano, dell’Hotel Mistral2 di Oristano, di Sa Pasida, del Terme Romane Festival di Fordongianus e delle reti Jazz Italian Platform – JIP, Sardinia Coast to Coast e Best Event Sardinia – BES.


Per informazioni, la segreteria del festival risponde al numero di telefono 0783310490, al numero whatsapp 3348022237 e all’indirizzo di posta elettronica info@dromosfestival.it. Notizie e aggiornamenti anche sul canale Telegram e nelle pagine Facebook e Instagram di Dromos.

 

* * *

DROMOS – via Sebastiano Mele · 09170 ORISTANO
tel.: 0783 31 04 90
E-mail: dromos@dromosfestival.it
Website: www.dromosfestival.it
www.facebook.com

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14771670

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details