La Sinfonietta del Teatro Lirico, diretta da Jacopo Rivani,
inaugura la nuova iniziativa “Il Lirico in città”

Giovedì 26 ottobre alle 20 nella Chiesa di Sant’Agostino di Cagliari, la Sinfonietta del Teatro Lirico, diretta da Jacopo Rivani, al suo debutto a Cagliari, propone il primo di quattro appuntamenti musicali per “Un’Isola di Musica 2023”, consueta rassegna musicale del Teatro Lirico di Cagliari nei centri della Sardegna: tre raffinate pagine per orchestra d’archi, la seconda con la marimba solista di Filippo Gianfriddo, per un ascolto di sicuro fascino.

Il programma musicale prevede quindi l’esecuzione di: St. Paul’s Suite op. 29 n. 2 di Gustav HolstConcerto n. 1 per marimba e orchestra d’archi di Ney RosauroSimple Symphony op. 4 per orchestra d’archi di Benjamin Britten.

Il concerto viene replicato: venerdì 27 ottobre alle 20 nella Parrocchia della Vergine della Salute di Cagliarisabato 28 ottobre alle 19 al Castello di San Michele di Cagliaridomenica 29 ottobre alle 20 nel Teatro Maria Carta di Pula (Cagliari).

Con i tre concerti cagliaritani viene inaugurata la nuova iniziativa “Il Lirico in città”, finalizzata alla valorizzazione dei centri culturali, alla diffusione della grande musica in zone dove raramente è possibile ascoltarla dal vivo e all’ampliamento del pubblico con particolare attenzione alle nuove generazioni così importanti in aree urbane fragili, nell’intento di favorire momenti di coesione sociale.

La manifestazione del 28 ottobre si avvale della collaborazione di “Orientare”, nell’ambito delle attività di valorizzazione culturale del Castello di San Michele, promosse dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari.

Lo spettacolo ha una durata complessiva di 60 minuti circa e non prevede l’intervallo.

Per i concerti del 26-27-29 ottobre l’ingresso è libero fino ad esaurimento posti, per quello del 29 ottobre l’ingresso al Castello è su prenotazione (telefono 07015240479, da martedì a domenica, dalle 10 alle 18, castellosanmichele@orientare.it, Facebook/Instagram castellosanmichelecagliari).

Per informazioniBiglietteria del Teatro Lirico, via Sant’Alenixedda, 09128 Cagliari, telefono 0704082230 – 0704082249, biglietteria@teatroliricodicagliari.itwww.teatroliricodicagliari.it. Il Teatro Lirico di Cagliari si può seguire anche su Facebook, Twitter, YouTube, Instagram, Linkedin.

La Direzione si riserva di apportare al programma le modifiche che si rendessero necessarie per esigenze tecniche o per cause di forza maggiore. Eventuali modifiche al cartellone saranno indicate nel sito internet del teatro www.teatroliricodicagliari.it.

Filippo Gianfriddo – Marimba
Diplomatosi al Conservatorio di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze e perfezionatosi al Conservatoire Superieur de Musique di Ginevra, vince i concorsi da Solo-Timpani al Teatro Lirico di Cagliari (1997), al Teatro alla Scala (2015) e alla Macao Orchestra (2019). Ha collaborato con i più importanti direttori del panorama internazionale tra cui: Lorin Maazel, Mstislav Rostropovich, Rafael Fruhbeck de Burgos, Gennadij Roždestvenskij, Georges Prêtre, Michail Pletnёv, Bernard Haitink, Daniele Gatti, Zubin Mehta, Myung-Whun Chung, Jeffrey Tate, Riccardo Chailly, Michele Mariotti, Lü Jia, Ingo Metzmacher, Juraj Valčuha, Frans Brüggen, Sir Neville Marriner. Invitato nelle più prestigiose orchestre quali: Orchestre de la Suisse Romande, Filarmonica della Scala, Maggio Musicale Fiorentino, Hamburgischen Staatsoper, Teatro di San Carlo, Arena di Verona, Mahler Chamber Orchestra, affianca con passione l’attività di solista nella divulgazione del repertorio per percussioni ed orchestra effettuando concerti di musica contemporanea. Si dedica allo studio della direzione d’orchestra seguendo i corsi all’Accademia Chigiana di Siena sotto la guida di Daniele Gatti, debutta come direttore al Bologna Festival nel 2016 e in seguito fonda la “Salon Orchester” che dirige in numerosi concerti. Inoltre, segue, come direttore, il gruppo “Chorus in Corde” formato da artisti lirici. È invitato nei principali conservatori di musica italiani ed esteri come didatta in corsi di perfezionamento e masterclass sugli strumenti a percussione e timpani.

 

Sinfonietta del Teatro Lirico di Cagliari
Complesso costituito da professori dell’Orchestra del Teatro Lirico di Cagliari, affronta un repertorio vastissimo, dal periodo barocco ai nostri giorni, proprio dell’orchestra da camera. Svolge inoltre una proficua e capillare attività rivolta al mondo della scuola, per la preparazione degli studenti alla conoscenza e all’ascolto della musica. Nata con la collaborazione di alcune affermate “spalle” nel ruolo di primo violino concertatore, secondo la tradizione classica, la Sinfonietta si avvale anche di direttori quali Ottavio Dantone, raffinato interprete della musica barocca e Julian Kovatchev, apprezzato specialista della musica romantica. Protagonista di applaudite esibizioni in diversi centri della Sardegna, il complesso ha debuttato nel dicembre del 1998 con una serie di concerti dedicati al Natale. In analoga occasione ha tenuto al Teatro Comunale, insieme al soprano Elizabeth Norberg-Schulz, il concerto del 1999 diretto da Ottavio Dantone. Nell’estate 1999 ha inaugurato il teatro all’aperto del Castello di San Michele e il Teatro di Portorotondo. È stata inoltre invitata a partecipare alle edizioni 1999 e 2000 del Festival Spaziomusica. Nella Stagione 2000-2001 del Teatro Lirico di Cagliari è stata protagonista, insieme al tenore Giuseppe Sabbatini, del Concerto di Natale diretto da Marco Boemi. Nel 2003, nell’ambito della rassegna “Cinque passi nel Novecento”, ha eseguito in prima assoluta Notti Sylvane per arpa e archi di Sylvano Bussotti (direttore Marco Zuccarini, solista Claudia Antonelli), Tammurriata per chitarra e archi di Giorgio Tedde (direttore Leonardo Muzii, solista Marco Cappelli), Poudre d’Ophelia! per voce e archi di Azio Corghi (direttore Vittorio Parisi, solista Sonia Bergamasco). Nel 2004, per la stessa rassegna, ha eseguito, in prima esecuzione assoluta, camminata sogno 21 martedì agosto 1945 di Fabio Nieder (direttore Annunziata De Paola, solisti Marino Formenti, Teodoro Anzellotti, Robyn Schulkowsky), Quasi una romanza per flauto e orchestra d’archi di Alberto Colla (direttore Rino Marrone), Concerto per fisarmonica e piccola orchestra di Lucio Garau (direttore Vittorio Parisi, solista Claudio Jacomucci), … ite bellu! per voce femminile e archi di Azio Corghi (direttore Vittorio Parisi, solista Laura Catrani).

 

Jacopo Rivani – Direttore
Nato a Ravenna, si diploma brillantemente in tromba all’Istituto Musicale della sua città e si laurea a pieni voti in Direzione d’orchestra al Conservatorio di Musica “Gioachino Rossini” di Pesaro sotto la guida di Manlio Benzi. Durante il percorso accademico ha avuto la possibilità di approfondire lo studio della tromba con Claudio Quintavalla (prima tromba dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino), Andrea Lucchi (prima tromba dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia), Max Sommerhalder (solista) e Gabor Tarkovi (prima tromba dei Berliner Philharmoniker). Oltre a Piero Bellugi, tra i direttori d’orchestra, molto importante è stato il privilegiato rapporto con Alberto Zedda, il quale è stato co-relatore della tesi in direzione d’orchestra dedicata alla drammaturgia rossiniana e del quale è stato assistente per la produzione di Il Barbiere di Siviglia di Rossini, in occasione del bicentenario della composizione, a Pesaro. Nel corso dell’attività professionale ha conosciuto Riccardo Muti, con il quale ha avuto possibilità di confrontarsi ed intavolare interessanti discussioni nell’ambito interpretativo ed esecutivo, riscuotendo importanti consensi. Nonostante la giovane età, Jacopo Rivani ha diretto alcuni dei principali titoli lirici di repertorio, tra cui: La Traviata (2014, 2019), Rigoletto (2016), Nabucco (2017), Il Barbiere di Siviglia (2014, 2016, 2017, 2018), La Cenerentola (2019), Don Pasquale (2016), L’elisir d’amore (2015, 2016), Cavalleria rusticana (2017, 2018), Carmina Burana (2017), Otello di Verdi (2018), Madama Butterfly (2018), oltre ad alcune delle principali pagine sinfoniche come: Sinfonie (1, 3, 4, 5, 6 e 9) di Beethoven, Quarta di Čajkovskij, Quarta di Mahler, Requiem di Mozart, Messa di Gloria di Puccini. Da segnalare la direzione in prima mondiale delle opere Milo, Maya e il giro del mondo di Matteo Franceschini (2015) ed Ettore Majorana. Cronaca di infinite scomparse di Roberto Vetrano (2017) entrambe con grande successo di pubblico e critica. Ha preso parte ad alcuni importanti festival come: “Ravenna Festival” (2012, 2019), “Festival Como città della musica” (2016, 2017, 2018), “Festival Arena delle balle di paglia” (2016, 2019), “Emilia Romagna Festival” (2017, 2018) e ad alcune rassegne tra cui: “I Concerti del Sabato” (2014, 2015), “Concerto di Santa Cecilia” dell’Auditorium Pedrotti di Pesaro (2015), “European Opera Days” (2015). È stato inserito nei cartelloni di alcuni tra i principali teatri italiani tra cui: Arcimboldi di Milano, Sociale di Como, Manzoni di Bologna, Pavarotti-Freni di Modena, Alighieri di Ravenna, Farnese di Parma, teatri di Bergamo, Cremona, Brescia, Piacenza, Pavia, Bolzano, Trento, Roma (Olimpico), Napoli (Politeama), Sassari (Comunale), Reggio Emilia, Vicenza, Pordenone, Jesi, Chiaravalle, Osimo, Urbino, Ancona, Lugo di Romagna, Pesaro, Ferrara e Cesena. Ha diretto i complessi del Teatro Carlo Felice di Genova e del Teatro Comunale di Sassari, la Haydn Orchester di Trento e Bolzano l’Orchestra Filarmonica Arturo Toscanini, l’Orchestra Regionale dell’Emilia Romagna, I Pomeriggi Musicali di Milano, l’Orchestra Sinfonica del Teatro Rendano di Cosenza, la FORM – Orchestra Filarmonica Marchigiana, il SineForma ensemble, “Italian Chamber Opera Ensemble”, l’Orchestra Sinfonica della Repubblica di San Marino, l’Orchestra Lettimi, l’Orchestra da camera di Teramo, l’Orchestra 1813 di Como, l’Orchestra Filarmonica Italiana, l’Ensemble Tempo Primo e l’Orchestra Arcangelo Corelli, della quale è attualmente Direttore Artistico e Musicale. È regolarmente invitato al Ravenna Festival, Mittelfest e alla guida di orchestre quali: Filarmonica Italiana, Toscanini di Parma, Filarmonica Marchigiana e nei cartelloni dei principali teatri di tradizione italiani. Nella prossima stagione debutterà alla guida dell’Orchestra della Toscana a Firenze e sarà inserito nei cartelloni dei teatri di Rovigo, Trieste, Udine, Ravenna, Pisa, Jesi, Chieti.

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14776874

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details