Sabato 18 Novembre alle ore 21,00 , presso il Teatro Sant’Eulalia vico Collegio 2 Cagliari, avrà inizio l’opera VENDETTA., interpretata dalla Compagnia di Camelot
Chi amministra la Morte? Il fato o l’uomo?
In questa sorprendente opera teatrale scoprirete una delle tradizioni più misteriose, cupe e caratteristiche della nostra isola. Una storia d’amore, vendetta e magia in una Sardegna mai dimenticata e oscura.
Ci sono limiti per molti invalicabili, ma quando vengono superati si giunge a un punto di non-ritorno.
Nulla è più potente della magia, ci sono donne predestinate, ma un simile potere può attirare attenzioni indesiderate.
Lasciatevi coinvolgere dall’avvincente Opera Teatrale di Annamaria Ferrarese e smarritevi nella struggente e arcana vita di Maria.
Un’Opera teatrale che affronta senza pregiudizi alcune tradizioni che ormai si sono smarrite.
La storia di Maria e le commoventi vicende che la vedono protagonista, riusciranno a invadere il vostro animo per accompagnarvi oltre lo spettacolo.
La biglietteria sarà operativa dalle ore 20,30.
Per info e PRENOTAZIONI scrivere alla e-mail:
spettacolovendetta2023@outlook.it
Il biglietto avrà il costo di 10,00 euroLa Compagnia di Camelot
Opera teatrale in tre atti, tratto dall’omonimo racconto originale di Annamaria Ferrarese.
Testi musicali al pianoforte originali di Cinzia Todde e Marina Pinna
Musiche di sottofondo originali di Micky Todde e Massimiliano Allegri
Tecnico audio e video Alessandro Pisano.
Attori in ordine di apparizione
Cinzia Todde, attrice, cantante, voce soprano
Michele Piredda
Maria Teresa Masala
Marco Secci, attore, cantante
Nicoletta Mocci
Ursula Capra
Corpo di ballo della scuola Oriental Dream di Siliqua, diretto dalla maestra Nicoletta Mocci
Musicisti accompagnatori:
M° Marina Pinna, Pianista accompagnatore
Micky Todde, alla chitarra
Massimiliano Allegri, al basso
Marco Secci, alle percussioni
Narratrice Deborah Murru
Regia di Annamaria Ferrarese
Annamaria Ferrarese nasce a Cagliari il 15 agosto del 1967, suo padre Angelo è Carabiniere, mentre sua madre Marisa è una sarta. Entrambi hanno sempre sostenuto la passione di Annamaria per la scrittura, manifestata sin da giovane età.
Assistente alle Comunità Infantili, Annamaria comincia a lavorare nel 1990 presso un baby parking, anno in cui si sposa. Dal matrimonio, che non durerà a lungo, nascono due bambine, Jessica e Ylenia.
Dopo la morte del padre nel 1997, Annamaria ricomincia a scrivere e conclude il suo primo romanzo, iniziato prima del matrimonio e abbandonato per dedicarsi alla famiglia ed al lavoro.
Attualmente si dedica alla sua associazione artistica, dedicata ai bambini, senza mai abbandonare l’arte della scrittura,
Profonda conoscitrice del folklore della sua terra, pubblica racconti su diversi siti e collabora con la webzine ‘The Creative Network’.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14777394

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details