Teatro Electra di Iglesias, XXV Festival Internazionale Musica da Camera Il 26 novembre arriva il trio Giovanni Mareggini, Claude Hauri, Corrado Greco. Per “Il Festival incontra…” il 25 il Concerto del Coro Caterina Cittadini e del Coro Concordia Villa Ecclesiae

Prosegue con grande successo il Festival Internazionale di Musica da Camera, giunto alla XXV edizione e protagonista al teatro Electra di Iglesias dal 12 novembre al 17 dicembre. La rassegna cameristica, organizzata dall’associazione Anton Stadler con la direzione artistica del bandoneonista e compositore Fabio Furìa, propone il terzo dei sei concerti domenicali dedicati alla grande musica interpretata da prestigiosi ensemble di caratura internazionale.

Il 26 novembre sul palco dell’Electra salirà il Trio formato da Giovanni Mareggini (flauto traverso), Claude Hauri (violoncello) e Corrado Greco (pianoforte). L’ensemble che riunisce tre personalità di spicco, con l’intento di raggiungere l’essenza di ciò che la musica da camera richiede, proporrà un concerto dal titolo “L’altra metà del cielo”. Sarà un affascinante viaggio sonoro che prevede un programma che spazierà tra musiche di Louise Farrenc, Clémence de Grandval, Mel Bonis e Giacomo Scaramuzza.

All’interno della rassegna cameristica, inoltre, sono in programma anche degli incontri corali appartenenti alla sezione “Il Festival incontra…”. Dopo il successo del primo appuntamento con il Concerto del Coro di Iglesias, diretto dal M° Stefano Pisano, “Il Festival incontra…” propone un secondo appuntamento in programma il 25 novembre con il Concerto del Coro Caterina Cittadini di Cortoghiana, prettamente femminile e amatoriale diretto dal M° Mariano Garau e del Coro Concordia Villa Ecclesiae diretto dal M° Paolo Autelitano.

I Musicisti in breve…

GIOVANNI MAREGGINI

Diplomatosi col massimo dei voti sotto la guida del M. Sergio Ruscitti presso l’istituto Peri di Reggio Emilia, si è poi perfezionato con Conrad Klemm e Peter Lukas Graf presso l’Accademia Perosi di Biella.

Vincitore di concorsi nazionali ed internazionali ha collaborato con numerose orchestre per poi intraprendere la carriera cameristica e solistica.

Di particolare rilevanza l’attività svolta con l’Icarus Ensemble (di cui è uno dei fondatori) che lo ha portato ad esibirsi nei più importanti teatri e festival italiani ed internazionali in ensemble e come solista.

Ha eseguito prime assolute di molti tra i più importanti compositori contemporanei.

Ha inciso per Ricordi, RivoAlto, Stradivarius, TGE, BottegaDiscantica, Rai Eri, Dynamic, Velut Luna e Limen Music.

È Docente di Prassi esecutiva e repertorio flautistico presso il Conservatorio di Reggio Emilia e Castelnovo Monti (di cui è stato Direttore dal 2009 al 2011) con Andrea Manco.

Nell’ambito della musica sacra, di cui si occupa da anni, ha pubblicato articoli e saggi per S.Paolo,

Elledici, Dehoniane, S.Lorenzo.

Di particolare rilevanza l’assegnazione, da parte della Conferenza Episcopale Italiana, dell’incarico di composizione, esecuzione e coordinamento delle attività musicali del Sinodo dei giovani di agosto 2018 alla presenza di Papa Francesco.

CLAUDE HAURI

Violoncellista del Trio des Alpes, ha studiato con Taisuke Yamashita fino al diploma, ottenuto presso il Conservatorio a Lugano. Prosegue poi gli studi con Raphael Wallfisch, Alain Meunier e Zara Nelsova.

Violoncello solista dell’Ensemble Prometeo di Parma, ha suonato come primo violoncello nella Youth World Orchestra della Jeunesses Musicales.

Insegnante presso il Conservatorio della Svizzera italiana e il Conservatorio di Musica di Monopoli, è stato invitato a tenere masterclass presso università negli USA.

In qualità di solista con orchestra si è esibito con numerose orchestre sotto la direzione di direttori quali Piero Gamba, Reinaldo Zemba, Kevin Griffiths, Giancarlo Rizzi, Mario Ancillotti, Piotr Nikiforoff, Franz Skottky, Massimo Belli, Jeff Silberschlag e Louis Gorelik.

Dedica particolare attenzione al repertorio contemporaneo. Moltissime le prime esecuzioni, spesso a lui dedicate, e le collaborazioni con compositori quali S. Sciarrino, L. De Pablo e P. Glass. Numerosi i concerti trasmessi in diretta radiofonica per emittenti quali SSR RSI, DRS, RAI e incisioni discografiche edite da Amadeus, Jecklin, Nuova Era, Szene Schweiz, Brilliant Classics, Stradivarius, Dynamic.

Le ultime pubblicazioni discografiche lo vedono impegnato con la violinista Bin Huang (Brilliant Classics) e con il Trio des Alpes (Dynamic).

CORRADO GRECO

 

Siciliano di nascita e temperamento, lombardo per formazione e residenza, si è diplomato con lode in Pianoforte a Catania, e poi si è perfezionato con Alberto Mozzati e Bruno Canino. A Milano si è diplomato in Composizione e in Musica Elettronica, e si è laureato con lode in Musicologia con una tesi sulla comunicazione della musica d’arte in Italia.

Docente vincitore di concorso, insegna al Conservatorio di Milano.

Premiato in concorsi pianistici nazionali e internazionali, si esibisce regolarmente come solista e con orchestra, con ensemble come l’Amarcord Quartett dei Berliner Philharmoniker, l’Orchestra da camera di Mantova e la PKO di Praga, e con solisti quali Mario Ancillotti, Rodolfo Bonucci, Bruno Canino, Mario Caroli, Fabio Di Casola, Martina Jankova, Bin Huang, Massimo Quarta, Giovanni Sollima, Tatjana Vassiljeva, Lorna Windsor.

Come pianista del Trio des Alpes è presente dal 2010 nel cartellone di festival internazionali e incide per Dynamic. Per il Trio ha ideato e realizzato progetti tematici, e ha eseguito i tripli concerti con orchestra di Beethoven, Ghedini, Schnyder, Martinů.

In spettacoli di musica e teatro ha lavorato con Dacia Maraini, Arnoldo Foà, Franco Graziosi, Amanda Sandrelli, Pamela Villoresi, Enzo Decaro.

Per l’etichetta DaVinci ha in corso di pubblicazione l’integrale a quattro mani (con Massimiliano Baggio) delle Sinfonie e Ouverture di Johannes Brahms.

Le sue incisioni hanno ottenuto riconoscimenti da parte della stampa specializzata e sono spesso trasmesse dalla RAI, RSI, SRG, HRT e altre emittenti internazionali. È stato invitato più volte a partecipare ai Concerti del Quirinale in diretta Euroradio.

Convinto sostenitore dell’importanza della divulgazione musicale, tiene regolarmente seminari, conferenze e lezioni-concerto.

Dal 2001 è direttore artistico della Stagione concertistica dell’Università dell’Insubria a Varese, dove tiene anche corsi di Comunicazione musicale e di Musica del XX secolo.

Artista appassionato di tecnologia, viaggiatore entusiasta e curioso verso i cammini e le culture del mondo, ha suonato in tutti i continenti tranne uno, ma non dispera.

Entrambi i concerti inizieranno alle ore 19

Info e prenotazioni: infoantonstadler@gmail.comwww.associazioneantonstadler.it

Il costo dei biglietti singoli è di 12,50 euro (platea) e 7,50 euro (loggia), ridotto per i bambini sotto i 10 anni: 5 euro, oltre la prevendita.

Il biglietto del concerto in programma il 17 dicembre é fuori abbonamento. Il costo dei biglietti per il concerto del 17 dicembre è di 17,50 (platea) e 10 euro (loggia), ridotto per i bambini sotto i 10 anni: 7.50, oltre la prevendita.

Il concerto del 25 novembre è ad ingresso gratuito, ma è necessaria la prenotazione sul sito dell’associazione.


Per prenotazioni e acquisto biglietti ed abbonamenti: www.associazioneantonstadler.it

Il XXV Festival di musica da camera è realizzato con il contributo di: Regione autonoma della Sardegna- Assessorato alla Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport, Fondazione di Sardegna, Comune di Iglesias e con la partnership delle Cantine Aru.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14776873

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details