Venerdì 15 sabato 16 Time in Jazz alla Casa del Jazz di Roma con due progetti del centro produzione musica Insulae Lab  (Piano Island #02 e Me’ta Quartet Reloaded) e il libro fotografico di Fabio Lovino sul festival di Berchidda.
*
Time in Jazz sbarca a Roma per partecipare a Take Five, la rassegna in programma da venerdì 15 a domenica 17 alla Casa del Jazz, che mette in vetrina i progetti originali dei Centri di Produzione Musica dedicati al jazz nati lo scorso anno con il sostegno del Ministero della Cultura; sono cinque organismi, tutti aderenti all’associazione nazionale I-Jazz: il Centro Produzione Musica di Roma della Fondazione Musica per RomaAdrimusic (Centro Adriatico Produzione Musica) di casa a PescaraWeStart, il Centro di Produzione Musica del Piemonte Orientale con base a Novara, Toscana Produzione Musica e, appunto, il centro coordinato dall’associazione Time in Jazz di Berchidda presieduta e diretta da Paolo Fresu: Insulae Lab.
 
Ogni centro presenterà in concerto due progetti scelti fra quelli varati nel corso dell’anno che sta per chiudersi: Time in Jazz porta in dote Piano Island #02, con il siciliano Seby Burgio (tastiere, elettronica) e il sardo Alessandro Di Liberto (pianoforte) sul palco della Casa del Jazz venerdì 15 alle 19.30. Una produzione originale figlia del viaggio nella musica mediterranea e del Mediterraneo compiuto – e ancora in corso – dal progetto Insulae Lab – Centro di Produzione Musica (direzione artistica di Paolo Fresu), in cui donne e uomini e arti si incontrano per dare suono e forma alla creatività nell’accogliente casa madre di Berchidda, in Sardegna. Piano Island #02 è incontro fra Sardegna e Sicilia che genera il secondo capitolo di Piano Island. Il siciliano Burgio e il sardo Di Liberto sono musicisti di grande talento che vantano importanti collaborazioni nazionali e internazionali. Il processo creativo e tecnico attivato dal connettersi degli intenti ha superato il mare ed è approdato, felicemente, a Roma.
 
L’indomani, sabato 16 alle 21.30, il Me’ta Quartet Reloaded di Antonello Salis (pianoforte e fisarmonica), Sandro Satta (sax), Riccardo Lay (contrabbasso) e Fabrizio Sferra (batteria). Me’Ta Quartet Reloaded nasce come estensione del gruppo jazz progressive Cadmo, fondato da Salis, Lay e Mario Paliano. Dopo lo scioglimento del trio, Salis e Lay danno prima vita al G.R.A. con Sandro Satta e il compianto trombonista Danilo Terenzi, poi al Me’Ta: a inizio anni ’90, dopo varie esperienze individuali, il quartetto si consolida aggiungendo Fabrizio Sferra alla batteria. Il Me’Ta Quartet si contraddistingue per la progressiva trasformazione, la storia, le leggende raccontate in musica, l’estemporaneità, la diversità – in sostanza – come tema di fusione che lega i musicisti. L’interpretazione di una libertà che diventa assoluta, mai un quadro fisso: uno stato d’animo che unisce tutti in una composizione e interpretazione attuale, ogni concerto è una nuova vita. La loro musica? Linguaggi musicali e tendenze varie, dalle melodie ancestrali alla contemporanea, dalla musica etnica al grande cerchio del jazz.
 
Ma la trasferta romana sarà anche l’occasione per presentare Time in Jazz. L’estate del 2022“, il libro fotografico di Fabio Lovino che racconta per immagini l’edizione dell’anno scorso, la numero trentacinque, del festival Time in Jazz creato nel 1988 e diretto da Paolo Fresu nella sua Berchidda. Nome di primo piano della fotografia musicale e non solo, con un ampio portfolio di ritratti di musicisti, attori e registi italiani e internazionali, più di centotrenta copertine di famosi magazine nazionali ed esteri, Fabio Lovino ha girato i luoghi del festival catturandone i volti, le emozioni e le suggestioni per trasformarli negli scatti raccolti in questa pubblicazione edita dalla romana Postcart.
 
«Fabio Lovino sente il mondo con gli occhi» osserva Paolo Fresu nella prefazione: «Lo percepisce attraverso gli sguardi degli altri e questi divengono nuovi obiettivi e altrettanti diaframmi. Il suo racconto di Time in Jazz è composto dai piccoli particolari che lui ha pazientemente osservato e portato in luce. Micro e macro che bene rappresentano un festival che aspira a voler mettere insieme e comunicare ogni dettaglio di un poliedrico cosmo umano e creativo. Si espone verso la narrazione pur arretrando lo sguardo, come fosse uno dei numerosi spettatori che, da trentasei anni, vivono il festival ricomponendolo a loro volta».
 
Presentato una sola volta lo scorso agosto a Berchidda, il libro di Fabio Lovino – dopo quelli a firma di Roberto CifarelliDaniele FranchiAlessandra Freguja e Gianfranco Mura che l’hanno preceduto – è il quinto titolo di un progetto editoriale di Time in Jazz che, attraverso l’occhio attento della fotografia, vuole raccontare i tanti volti di questo festival caleidoscopico e complesso che si inserisce totalmente nel territorio grazie alla musica.
 
Con Fabio Lovino in dialogo con Paolo FresuTime in Jazz. L’estate del 2022 verrà presentato venerdì 15 alle ore 17 nella biblioteca della Casa del Jazz. Poi spazio alla musica di Seby Burgio e Alessandro Di Liberto in scena con Piano Island #02alle 19.30 sul palco della Casa del Jazz.


* * *


Associazione culturale TIME IN JAZZ
via Umberto I, 37 • 07022 Berchidda
tel. 320 38 74 963 • e-mail: info@timeinjazz.it
www.timeinjazz.it
www.facebook.com/timeinjazz
www.instagram.com/timeinjazz
twitter.com/timeinjazz
 
Progetto Insulae Lab – Centro di Produzione Musica
tel. 342 64 76 726 • e-mail: info@insulaelab.com
www.insulaelab.it
 
Ufficio stampa Time in Jazz:
RICCARDO SGUALDINI • cell. 347 83 29 583 • e-mail: tagomago.1@gmail.com
FRANCESCA BALIA • cell. 347 97 54 558 • e-mail: francesca.balia@gmail.com
GIANPIETRO GIACHERY • cell. 338 32 88 620 • e-mail: gianpietro.giachery@gmail.com
 
Ufficio stampa Insulae Lab:
GIOVANNI DESSOLE • cell. 334 89 64 232 • e-mail: giovannidessole@hotmail.com

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14776873

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details