Sabato 25 a Ittireddu (Ss) la cantautrice salentina Alessia Tondo in concerto davanti alla chiesa bizantina di Santa Croce (ore 20.30) per il secondo appuntamento di Tyrrhenica, la rassegna itinerante di musica dell’area mediterranea.
*

Secondo appuntamento in calendario per Tyrrhenica, la rassegna itinerante di musica dell’area mediterranea organizzata dall’associazione culturale Elenaledda Vox nell’ambito di Mare e Miniere, il cartellone musicale (quest’anno alla diciassettesima edizione) che si snoda dalla primavera all’autunno tra piccoli e grandi centri e località della Sardegna. Inaugurata il 27 aprile a Sarroch dal cantautore PierTyrrhenica ha uno dei suoi punti di forza nell’ambientazione dei concerti in siti di particolare interesse, come la chiesa bizantina di Santa Croce a Ittireddu (Ss), che farà da sfondo a quello in programma questo sabato (25 maggio): protagonista una delle voci più importanti del panorama musicale pugliese, la cantautrice Alessia Tondo. Si comincia alle 20.30 con ingresso gratuito.

Classe 1991, Alessia Tondo affonda le sue radici nella musica popolare salentina (ha iniziato a cantare ad appena sei anni nel gruppo Mera Menhir), ma il suo cammino artistico è costellato di esperienze e collaborazioni ad ampio raggio: dai Sud Sound System all’Orchestra de “La notte della Taranta”, da Ludovico Einaudi all’Orchestra popolare italiana diretta da Ambrogio Sparagna, dal Canzoniere Grecanico Salentino al progetto Triace da lei fondato.

È del 2021 il suo album d’esordio, “Sita”, un disco intimo, nato “dal petto e dalle viscere, in solitudine”, nel quale Alessia Tondo porta alla luce il suo universo poetico affidando la sua voce a originali intrecci vocali ma soprattutto a delle ballate, tutte in dialetto salentino: perché come dice lei stessa, “In italiano non avrei raccontato la verità su chi sono e sulla terra da dove provengo”.

Dal nord al sud della Sardegna: i prossimi appuntamenti di Tyrrhenica sono in calendario a Quartucciu in settembreil 6 alla DomusArt con “La via del pepe”, lo spettacolo musicale tratto dalla “finta fiaba africana” di Massimo Carlotto, con Elena LeddaSimonetta SoroMauro PalmasMarco ArgiolasMarcello Peghin e Silvano Lobina; e l’8 alla Tomba dei Giganti con l’organettista Giacomo Vardeu e Mauro Palmas. Ma, nel frattempo, altri impegni costellano l’agenda di Mare e Miniere, a partire dai seminari di musica e canto di matrice popolare, in programma dal 25 al 30 giugno a Portoscuso (Sud Sardegna). Notizie e aggiornamenti disponibili sul sito www.mareeminiere.it e sui profili facebookinstagram e twitter di Mare e Miniere.

La seconda edizione di Tyrrhenica è organizzata dall’associazione culturale Elenaledda Vox con il contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport) e della Fondazione di Sardegna, con il patrocinio dei Comuni di IttiredduQuartucciu e Sarroch.

 

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14777011

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details