Dietro le quinte di Elisir d'amore

Si è conclusa con successo la prima parte della piccola tournée che il Teatro Lirico di Cagliari sta portando in giro per la Sardegna. Ieri ed oggi il pubblico di Carbonia ha applaudito divertito l’opera Elisir d’amore di Gaetano Donizetti, una produzione realizzata in soli 8 giorni: un vero record!
Il regista Primo Antonio Petris ha dato la giusta impronta affinchè lo spettacolo prendesse forma con poche indicazioni sceniche ma efficaci. Gli artisti, dal canto loro, hanno saputo elaborarle e svilupparle facendo di questa produzione un piccolo capolavoro che ha divertito il pubblico ma anche gli artisti stessi . Il direttore d’orchestra Francesco Pasqualetti, col suo gesto chiaro e sicuro, è riuscito a mantenere le redini dell’orchestra e del coro  nonostante le difficoltà causate da un palcoscenico non proprio adatto ad un’Opera lirica.
I costumi sono di  Marco Nateri , le luci da Loïc François Hamelin.
Interpreti principali : Elisabetta Scano (Adina), Camillo Facchino (Nemorino), Valeriu Caradja (Belcore), Enrico Maria Marabelli (il dottor Dulcamara), Vittoria Lai (Giannetta). In qualità di voce recitante si esibisce l’attore cagliaritano Simeone Latini.
L’Orchestra e il Coro del Teatro Lirico sono diretti dal maestro concertatore e direttore Francesco Pasqualetti. Il maestro del coro è Marco Faelli.
Lo spettacolo sarà replicato  venerdì 18 ottobre alle 21 al Teatro Civico di Alghero e venerdì 25 ottobre alle 21 al Teatro del Carmine di Tempio Pausania. i giorni successivi a queste date si replica in  forma ridotta per gli studenti del posto.
Di seguito un backstage dello spettacolo

no images were found



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *