Da venerdì 6 a domenica 8 ottobre al Planetario de L’Unione Sarda di Cagliari va in scena l’edizione 2023 del Lucido Festival. “Servono uomini… Buoni” è il tema che quest’anno

accompagnerà la manifestazione internazionale che avrà tra i suoi ospiti Il cerchio degli uomini, Enrico Maria Secci, Riccardo Lai, Emanuele Contis, Ilaria Porceddu,  Gavino Murgia, Giancarlo Biffi, Elio Turno Arthemalle, Angelo Trofa, Monica Nappo, Aizzah Fatima, Donatella Codonesu, Luca Troja e tanti altri.

Il 30 settembre e 5 ottobre la manifestazione vivrà due anteprime in collaborazione con CagliariTiAmo 2023, il festival delle periferie.

  Sarà il Planetario de L’Unione Sarda di Cagliari a ospitare da venerdì 6 a domenica 8 ottobre l’edizione 2023 del Lucido Festival, organizzato dalla Compagnia LucidoSottile con la direzione artistica di Michela Sale Musio e Tiziana Troja.

 

“Servono uomini… Buoni” è il tema che accompagnerà le tre giornate (a ingresso gratuito) con una programmazione di oltre dieci spettacoli nazionali e internazionali, alternati a incontri dibattiti con personalità del mondo della cultura, della società e della scienza, con con Il cerchio degli uomini, Enrico Maria Secci, Riccardo Lai, Emanuele Contis, Ilaria Porceddu, Gavino Murgia, Giancarlo Biffi, Elio Turno Arthemalle, Angelo Trofa, Monica Nappo, Aizzah Fatima, Donatella Codonesu, Luca Troja e tanti altri.

 

«Quest’anno abbiamo fatto una delle scelte più rivoluzionarie di sempre, parliamo di uomini “Buoni”», spiegano Michela Sale Musio e Tiziana Troja. «Buoni nel senso più alto e nobile del termine, ma anche nell’accezione gergale “buoni=capaci”. Buoni inteso come illuminati, pronti al cambiamento, decisi, stanchi degli stereotipi e avviliti dalle credenze legate alle vecchie generazioni, insomma, uomini “nuovi”. Sono ormai 20 anni che affrontiamo tematiche legate al femminile e alle questioni di genere, ma non vogliamo smettere. Crediamo che sia fondamentale restituire al nostro pubblico degli esempi di uomini che non stanno alle regole patriarcali e che tentano come noi di vivere in un mondo migliore, e diventare loro stessi un “buon” esempio. Che poi l’immagine del Festival di questa edizione siano due mantidi (famose per cibarsi della testa dei maschi dopo la copula) e abbiaNo il volto de Le Lucide, questo è nel graffio ironico che contraddistingue la nostra poetica. I temi trattati negli anni, anche i più impegnativi, sono alleggeriti sempre da un tocco Lucido e Sottile.»

 LE ANTEPRIME – Tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre, il Lucido Festival vivrà due importanti anteprime, che faranno da preludio alla manifestazione: sabato 30 settembre la manifestazione si intreccerà con CagliariTiAmo 2023, rimarcando la sua profonda attenzione rivolta al lavoro nelle periferie, portando una ventata di arte e cultura nel capoluogo sardo. La giornata sarà eccezionalmente inaugurata da un insolito spettacolo itinerante: 10 mantidi danzanti si muoveranno per le strade di Cagliari, diffondendo e promuovendo con lucida ironia le iniziative culturali di LucidoSottile. L’evento prenderà il via da Piazza del Carmine alle ore 17.30. Le coreografie delle mantidi danzanti, saranno curate dal giovane Luca Massidda, e saranno affiancate da danzatori di grande talento come Michela Laconi, Valentina Puddu, Giulia Vacca, Claudia Floris e Luca Cappai, già protagonisti nella scorsa edizione di CagliariTiAmo. Un’esperienza unica che trasformerà le strade cittadine in un palcoscenico a cielo aperto.

Giovedì 5 ottobre alle 18.30 in Piazza San Michele, il festival delle periferie farà il suo ritorno con il concerto del duo composto dalla cantautrice Ilaria Porceddu e del sassofonista, compositore e sound designer Emanuele Contis: un progetto incentrato sulla dualità, che si muoverà esplorando contrasti, prospettive opposte e mondi complementari.  Anche se la compagnia LucidoSottile non si è aggiudicata il bando Cagliari dal Vivo di quest’anno, rafforza il suo impegno mirato al lavoro sul territorio, confermando così la continuità del lavoro svolto l’anno precedente nei quartieri di Pirri, Giorgino, San Michele e Is Mirrionis.

 

Il Lucido Festival è realizzato grazie al contributo della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Spettacolo e Sport / Assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio), Fondazione di Sardegna, Comune di Cagliari (Assessorato alla Cultura e Spettacolo / Assessorato al Turismo), MIC – Ministero della Cultura, dei progetti del PNRR Tocc – Transizione Digitale Organismi Culturali e Creativi promossi da Invitalia. Sponsor del festival sono Great Prints, Insulae Lab – Centro di Produzione Musica, ASMED, MayaInc., Babel Film Festival, Gi.U. Li.A. – Giornaliste Sardegna, B Flat, Easycicletta, Aula n°6, Spazio Temporin, Eja TV, Sardegna Eventi 24, Publikendi, In Scena Festival, On Stage Festival, KirosItaly Theatre e Secondamano Cagliari.

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14779589

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details