L’associazione culturale S’Alvure di Oristano presenta un reading musico-teatrale di nuova produzione, dedicato ai bambini e alle famiglie. S’intitola I racconti della piccola Eleonora d’Arborea ed è tratto da “Il diario di Eleonora d’Arborea – L’infanzia di una regina” Di e con Monica Tronci Pau. Uno spettacolo teatrale di lettura a voce alta con intermezzi musicali medievali eseguiti dal vivo.

Il nuovo reading è l’evoluzione scenica di uno dei racconti tratti dal romanzo storico “Il Diario di Eleonora d’Arborea – L’infanzia di una Regina” (Editrice Ass. S’Alvure Oristano).

In scena si esibiscono tre artisti:

Monica Tronci Pau, autrice e lettrice in abito medievale, interpreta il testo leggendolo da un grande libro antico. L’autrice, interpretando la Giudicessa e indossandone le vesti, narra un episodio dell’infanzia di Eleonora d’Arborea e lo fa in modo teatrale, con una lettura ad alta voce nella quale interpreta i sentimenti del racconto, con movenze, linguaggio e interpretazione dell’epoca.

I musicisti, Massimo Pulisci e Stefano Calisti, con diversi strumenti daranno vita a momenti musicali tra una lettura e l’altra.

La formula teatrale della lettura a voce alta rappresenta un momento dedicato all’ascolto, anche con i propri familiari, riproducendo un evento intimo come quello della favola della buonanotte, per i più piccoli. Inoltre è un valido strumento per invogliare alla lettura attraverso la teatralizzazione di una storia. Riporta ai giorni nostri la tradizione della trasmissione orale delle storie senza tempo. Per questo motivo la lettura a voce alta viene apprezzata anche da una pubblico adulto.

IL ROMANZO

“Il Diario di Eleonora d’Arborea – L’infanzia di una Regina” è il primo romanzo storico scritto e illustrato da Monica Tronci Pau. Un romanzo che parte da un episodio ambientato nel 2018 per poi catapultarsi nel 1388 e poi nel 1355 ai tempi della Giudicessa Eleonora e a Oristano, la città capitale del Giudicato d’Arborea. Così Monica porta la Storia della Sardegna ai bambini e ai ragazzi in modo avventuroso e spensierato, ma con grande rigore storico.

Dedicato a un pubblico di ragazzi, il romanzo ha poi riscosso successo anche tra gli adulti e, in alcune parti, tra i bambini.
Da questa considerazione è nata l’idea di portare in scena uno dei racconti più adatti ai bambini più piccoli, semplificandone leggermente il lessico e la forma, ma mantenendone intatti i contenuti.

L’autrice, interpretando la Giudicessa e indossandone le vesti, narra un episodio dell’infanzia di Eleonora d’Arborea e lo fa in modo teatrale, con una lettura nella quale interpreta i sentimenti del racconto, con movenze, linguaggio e interpretazione dell’epoca.

IL RACCONTO

Il racconto interpretato dal vivo si intitola “Smarrita nel bosco”. Si tratta di una storia avventurosa che coinvolge i bambini con diversi momenti ed elementi divertenti adatti alla loro età. La storia è ricca di colpi di scena e di riferimenti alla fauna e alla flora della Sardegna ai tempi della Giudicessa.

LA MUSICA

La scena è accompagnata da due musicisti professionisti che intervengono nelle piccole pause della narrazione, con brani di ispirazione medievale e originali dell’epoca, oltre che curare l’introduzione alla scena e il coinvolgimento finale del pubblico. I brani medievali sono stati arrangiati e adattati per l’esecuzione con strumenti più moderni.

Il pubblico viene coinvolto anche in prima persona attivamente in due momenti musicali. La parte iniziale del reading è dedicata alla lettura della “Piccola ballata per la regina Eleonora” che consiste in una serie di filastrocche che narrano della giovane Eleonora. In questa fase il pubblico viene coinvolto tramite una canzone da menestrello alla quale partecipa in coro. Subito dopo l’ultima parola del racconto il pubblico viene invitato a fare una danza di gruppo, un girotondo medievale al quale tutti possono partecipare guidati e accompagnati dall’autrice e giudicessa.

L’AUTRICE

Scrittrice, artista della Plastilina, illustratrice e performer storico-teatrale con 25 anni di esperienza nella rievocazione storica medievale e nella danza di diversi generi ed epoche.

Ha pubblicato tre Plastilibri con filastrocche originali in lingua sarda e foto-illustrazioni realizzate totalmente in plastilina. Dal 2011, si occupa di ideare e condurre laboratori e corsi per adulti e bambini per l’insegnamento della modellazione e creazione con la Plastilina, oltre ad insegnare la tecnica cinematografica dello Stopmotion. Ha avuto importanti collaborazioni anche col mondo del cinema.

A CHI E’ RIVOLTO IL READING E QUANTO DURA?

Lo spettacolo è rivolto a un pubblico di bambine, bambini e famiglie, ma anche a chiunque ami la lettura a voce alta, le storie e la Storia nel medioevo sardo, l’epoca giudicale.

La durata è di 1 ora e 20 minuti circa.

Nelle foto: Monica Tronci in diverse performances nei panni di Eleonora d’Arborea e altri personaggi medievali.

Per richiedere informazioni contattare: monica.tronci@gmail.com

Su Fb Monica Twins Tronci Pau e le pagine Il Diario di Eleonora d’Arborea e Alla scoperta di Oristano attraverso il Diario di Eleonora d’Arborea

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Romanzo giallo di
Ignazio Salvatore Basile
clicca sulla foto
Iscriviti con la tua email per essere sempre aggiornato

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

Theitalianfoodaholic
Italian Food and Travel
Curiosità al Teatro Lirico

Archivi
Le mie videointerviste

</

Personaggi e interviste (1)

Francesco Demuro tenore

Visitatori

14777026

Le mie interviste per la Banca della memoria

Banca della memoria
Seguimi su Twitter
Racconti tra sogno e realtà

I corridoi del teatro

Era la prima volta (1 parte)

Era la prima volta (2 parte)

Assurdità in teatro

Un matrimonio molto singolare

Napoli: scippo con sorpresa finale

La bottega del quartiere

A.A.A. ragazzo timido cerca fidanzata

Details